Un invertebrato antichissimo aiu…

[caption id="attachment_8…

Le cellule staminali del cervell…

Scoperta italiana: un com…

Resistenza all'insulina: il ruol…

[caption id="attachment_8…

HPV: i disinfettanti "da ospedal…

I disinfettanti comunemen…

Pediatria: i pesticidi ritrovati…

Pesticidi insidia nel pia…

Dal Congresso Nazionale Della Si…

DALLE SESSIONI DI LIVE SU…

Dimagrire in movimento, passeggi…

Le persone che per sposta…

Aprile è il mese della prevenzio…

o   Parola d’ordine: temp…

Leucemia: sale il rischio nei bi…

Uno studio australiano ha…

Cancro al fegato: determinato un…

Scoperto un importante me…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Scoperto ceppo E. coli che aumenta probabilita’ di attacchi cardiaci

L’infezione provocata dal ceppo piu’ pericoloso di Escherichia Coli raddoppia il rischio di attacco cardiaco. Lo ha scoperto uno studio pubblicato dal British Medical Journal, secondo cui gli effetti cardiaci possono emergere molto tempo dopo la perfetta guarigione. I ricercatori canadesi del Vixtoria Hospital, nell’Ontario, hanno seguito le quasi duemila vittime di un’epidemia di E. Coli del ceppo O157 che si e’ sviluppata a seguito di una contaminazione delle acque nella citta’ di Walkerton.

Lo studio si e’ concentrato sui pazienti che avevano avuto i peggiori sintomi gastrointestinali, trovando che anni dopo questi avevano una probabilita’ tripla di sviluppare problemi ai reni, e doppia di avere un attacco cardiaco. “Le tossine rilasciate dal batterio durante l’infezione sono molto potenti – hanno scritto i ricercatori – e possono aumentare le infiammazioni che colpiscono i vasi sanguigni. Chi viene colpito da questo ceppo del batterio dovrebbe fare dei controlli annuali, anche dopo essere guarito dai sintomi principali dell’infezione”.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi