Tumori: l'antidoto contro cellul…

Tra le furbizie del tumor…

Ictus: ipotermia immediata indot…

Mettere il cervello di un…

Scienziati mettono in guardia da…

Nuove scoperte fatte da u…

Alzheimer: la proteina che blocc…

Una nuova proteina svilup…

Disponibile in Italia un nuovo f…

Cologno Monzese, aprile 2…

Tumore al polmone: eccezionale i…

Per la prima volta in Ita…

HPV HC2 e PAP test: insieme effi…

[caption id="attachment_7…

La latenza del virus HIV viene s…

Un team di ricercatori de…

Chemioresistenza: gli italiani d…

[caption id="attachment_8…

Ministero della salute: ecco "la…

Sulla base delle disposi…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Fertilita’: incidenza corretta alimentazione fin dai primissimi anni di vita

Il successo riproduttivo di uomini e donne dipende dal tipo di alimentazione che ricevono nelle primissime fasi della vita. Lo sostiene una ricerca dell’Università di Sheffield pubblicata sulla rivista Ecology. Per la prima volta i ricercatori del Dipartimento di Scienze animali e botaniche guidati da Ian Rickard hanno stabilito il legame. Lo hanno fatto incrociando i dati degli archivi parrocchiali nella Finlandia del 18* secolo e i dati sul rendimento dei campi nella produzione di segale e orzo nello stesso arco temporale. Lo studio ha dimostrato che circa la metà delle persone nate nei periodi più difficili dal punto di vista dei raccolti non hanno avuto figli nell’età adulta.

Paragonano famiglie con lo stesso tenore di vita, tra le più povere, i ricercatori hanno anche scoperto che chi nasceva e si alimentava in periodi di raccolto abbondante aveva la possibilità di generare almeno una volta nella vita. Una conferma che l’alimentazione, sia pre-natale che dopo la nascita, può limitare lo sviluppo del sistema riproduttivo.” I nostri risultati mostrano – dice Rickard – che il cibo ricevuto da parte di bambini nati in famiglie povere ha influito sul loro successo riproduttivo più tardi”. (ASCA)

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi