Trapianto pediatrico di intestin…

[caption id="attachment_8…

Dolore cronico: 26 febbraio gior…

Dolore cronico: ne soffro…

AIDS. pazienti plurinfettati off…

Le donne infettate con du…

OMS rende accessibile vaccino co…

L'Organizzazione mondial…

Megavirus: utile per conoscere l…

Grazie ad alcune sue cart…

Cartilagini riparate con l'uso d…

E' possibile rigenerare l…

Feste natalizie tra picco di inf…

Roma, 19 dicembre 2018 - …

Acidi grassi: sani cellule cereb…

Maggiori livelli di acidi…

Anoressia: possibile legame scop…

Nelle persone che soffron…

Fibromi e polipi: al Policlinico…

Un nuovo strumento, ''min…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Risonanza magnetica al menisco: non stabilisce quando operare

Un recente studio rivela che la risonanza magnetica permette di diagnosticare le lesioni nel disco cartilagineo che protegge il ginocchio, ma non fornisce informazioni utili a stabilire dove si puo’ intervenire con un’operazione chirurgica. Secondo le stime sono oltre 850.000 gli americani che ogni anno ricorrono alla chirurgia per lesioni ai menischi, i due cunei cartilaginei che assorbono gli urti subiti dall’articolazione del ginocchio. L’intervento chirurgico puo’ consistere o nella riparazione del legamento rotto o nella rimozione della porzione di tessuto meniscale danneggiato. .

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi