La rete europea LeukemiaNet agev…

I ricercatori europei con…

Premio Galeno 2009 per la prima …

Raltegravir, farmaco anti…

AIDS: cure immediate guariscono …

Un nuovo eccezionale colp…

Tumori: particolare proprietà de…

Alcuni ricercatori del Fr…

Piorrea: studi e scoperte verso …

La struttura e il meccani…

Paralisi facciale: le emicranie …

L'emicrania puo' raddoppi…

Seni "rifatti" under 18 adesso p…

Mai più "ritocchini" al s…

Ulcera gastrica curata con le na…

Un paziente con una grave…

'Il Pillolo', contraccettivo mas…

Dopo anni di sperimentazi…

Fibrosi cistica: malattia geneti…

La lotta alla fibrosi cis…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Ingegneria dei tessuti: vene biologiche per by-pass piu’ sicuri

Scienziati americani hanno annunciato di aver realizzato vasi sanguigni in laboratorio a partire da cellule umane, un salto di qualita’ rispetto agli studi sulle vene sintetiche.

La nuova tecnica, pubblicata su Science Translational Medicine, e’ frutto della ricerca comune di tre universita’ – Yale, Duke e East Carolina – finanziata da una societa’ privata, la Humacyte: la ”materia prima” sono le cellule dello stesso paziente, che vengono impiantate su ”impalcature” plastiche che scompaiono, tecnicamente si tratta di polimeri bioassorbibili. Una volta dissolti, i vasi sanguigni hanno dimostrato sui primati di essere elastici e di non cedere facilmente a nuove ostruzioni.


La novita’ piu’ interessante della metodica e’ la possibilita’ di conservare a temperature molto basse le bio-vene per renderle disponibili al momento di un eventuale intervento di by-pass. ”Questo nuovo tipo di vena permette di immagazzinarla negli ospedali in modo che siano prontamente disponibili per i chirurghi al momento del bisogno”, spiega uno dei co-autori, Alan Kypson della East Carolina University. Per approfondimenti

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi