Diabete: ripercussioni sullo sta…

L'eta' in cui si svilupp…

Un nuovo stent a rilascio di far…

Al 7° Summit internaziona…

Cambiamento climatico: a rischio…

ROMA - I cambiamenti clim…

Virus HIV: il vaccino anti-vaiol…

[caption id="attachment_7…

Cancro alla prostata: la circonc…

La circoncisione potrebbe…

Parodontite: spesso il laser è i…

Laser a diodi e una spec…

Virus Ebola: due farmaci per com…

Medicinali “biologici” us…

[Assogenerici] Il Biosimilare de…

Il Consiglio di Stato con…

All'ESHRE 2011 Merck Serono prem…

· Un premio destinato …

Bere caffè potrebbe avere incide…

Bere diverse tazze di caf…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Ingegneria dei tessuti: vene biologiche per by-pass piu’ sicuri

Scienziati americani hanno annunciato di aver realizzato vasi sanguigni in laboratorio a partire da cellule umane, un salto di qualita’ rispetto agli studi sulle vene sintetiche.

La nuova tecnica, pubblicata su Science Translational Medicine, e’ frutto della ricerca comune di tre universita’ – Yale, Duke e East Carolina – finanziata da una societa’ privata, la Humacyte: la ”materia prima” sono le cellule dello stesso paziente, che vengono impiantate su ”impalcature” plastiche che scompaiono, tecnicamente si tratta di polimeri bioassorbibili. Una volta dissolti, i vasi sanguigni hanno dimostrato sui primati di essere elastici e di non cedere facilmente a nuove ostruzioni.


La novita’ piu’ interessante della metodica e’ la possibilita’ di conservare a temperature molto basse le bio-vene per renderle disponibili al momento di un eventuale intervento di by-pass. ”Questo nuovo tipo di vena permette di immagazzinarla negli ospedali in modo che siano prontamente disponibili per i chirurghi al momento del bisogno”, spiega uno dei co-autori, Alan Kypson della East Carolina University. Per approfondimenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: