Due sostanze estratte dalla pell…

Due sostanze estratte dal…

l'area del cervello in cui vengo…

[caption id="attachme…

Malaria: vaccino funziona sui ba…

Funziona il primo vaccino…

Un derivato dei coralli del Mar …

[caption id="attachment_7…

Malattie reumatiche: cosa è camb…

Il bilancio dei passi ava…

Il gene che controlla la durata …

Mutazioni nel gene per il…

Nuovo approccio di ricerca malat…

[caption id="attachment_9…

Diabete e immersioni subacquee: …

Grazie al protocollo mess…

Tumori alla prostata: meno incid…

Il tumore della prostata …

Nuove varianti genetiche causano…

Ricercatori provenienti d…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Alzheimer: ricerca preliminare dimostra che il litio rallenta insorgenza sintomi

Il litio, una sostanza comunemente usata per il trattamento della depressione, riesce a rallentare i sintomi dell’Alzheimer. Lo afferma una ricerca preliminare su 41 soggetti pubblicata dal British Journal of Psychiatry.

I ricercatori hanno testato una dose giornaliera di 150 milligrammi su un gruppo di pazienti, confrontato con un altro gruppo che invece riceveva un palcebo.

Al termine del test, durato un anno, entrambi i gruppi hanno mostrato un declino delle capacita’ cognitive, che pero’ e’ risultato piu’ basso nei pazienti che avevano preso la medicina, confermato da una minore crescita di un marker del sangue chiamato concentrazione ‘fosfo-tau’. “Il litio potrebbe contrastare il meccanismo di formazione delle placche responsabili dell’Alzheimer – hanno scritto gli autori dell’Imperial College di Londra – rallentando i sintomi”

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x