Teva annuncia l’approvazione del…

Approvato il primo spray …

Spina bifida: al Gemelli si da l…

Ricercatori dell'Universi…

Calvizie: un nuovo gene 'imputab…

[caption id="attachment_7…

Revisione della Farmacopea Uffic…

“Un plauso al Ministro de…

Infiammazioni intestinali: prote…

La malattia infiammatoria…

Reflusso gastroesofageo: quando …

[caption id="attachme…

Comportamento impulsivo grave: l…

[caption id="attachment_1…

Cellule staminali per gravi frat…

Una sperimentazione clini…

Scoperte nuove proteine-sentinel…

Scoperte le sentinelle un…

Prima lente in provetta con cell…

Dopo la prima retina in p…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Dopo isterectomia valutare l’asportazione ovaie: minor incidenza sviluppo carcinomi



Le donne che si sottopongono a isterectomia dovrebbero prendere in considerazione l’opportunita’ di farsi asportare anche le ovaie. Secondo un recente studio, infatti, tra quelle che lo fanno il rischio di sviluppare un carcinoma ovarico e’ minore e quello di cardiopatie o fratture dell’anca non e’ necessariamente maggiore come molte di esse temono a causa del repentino calo di ormoni successivo all’asportazione delle ovaie.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!