La crisi occupazionale rende ind…

Roma, 23 ottobre 2014- “E…

Alcol: sistema immunitario indeb…

[caption id="attachme…

[Assobiotech] I vaccini a DNA: u…

Dall'ingegneria genet…

Radiologia del terzo millennio: …

E' nata la radiologia del…

Il sole è pericolo per chi ha ta…

Spesso sottovalutato, il …

Stesso virus della passata stagi…

I SONDAGGI* DI WWW.OSSERV…

Fase sperimentale di un farmaco …

[caption id="attachment_5…

Genetica: sono i telomeri l'orac…

I telomeri possono effett…

Nobel 2014 Medicina e coniugi Mo…

I coniugi norvegesi Edvar…

Ictus: la gravidanza può essere …

I casi di ictus legato al…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Malaria cerebrale: sostanza dopante la neutralizza

Non solo doping: l’eritropoietina (Epo) aiuta a combattere la malaria cerebrale. E’ quanto emerge da uno studio, tuttora in corso, condotto dai ricercatori dell’Universita’ di Copenhagen (Danimarca), che hanno scoperto come la sostanza – piu’ volte utilizzata dai ciclisti per migliorare artificialmente le loro prestazioni – sia in grado di ridurre il grado di mortalita’ connesso alla patologia.

molecola EPO



Gli studiosi hanno scoperto che l’Epo, un ormone che stimola la produzione di globuli rossi, oltre a incrementare la presenza di ossigeno nei tessuti organici, aumenta anche il livello di emoglobina, riuscendo cosi’ a protegge i neuroni dalle conseguenze cerebrali della malaria.

Durante la ricerca, infatti, hanno rilevato che il rischio di mortalita’ di un gruppo di roditori affetti dalla patologia e’ quasi scomparso: e’ passato dal 100% a una percentuale prossima allo zero.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!