Campi elettrici contro tumori al…

[caption id="attachment_3…

Artroscopia per riparare la cavi…

Nel mondo dello sport è c…

Tumori: nuova arma per contrasta…

Dalla terapia genica una …

Al Cardarelli "sfida" di alta ch…

Il 28 novembre 2013 avrà …

Premiato il mondo a colori delle…

    PREMIATO IL MON…

Nasce il network della ricerca c…

Stadler (Grünenthal Ita…

Nanoparticelle per studiare da v…

Lo studio dei processi ch…

Una web tv per spiegare il dolor…

[caption id="attachment_1…

Sindrome della X fragile: dimost…

Un recente studio ha dmos…

Italiani in USA scoprono protein…

[caption id="attachment_2…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Malaria cerebrale: sostanza dopante la neutralizza

Non solo doping: l’eritropoietina (Epo) aiuta a combattere la malaria cerebrale. E’ quanto emerge da uno studio, tuttora in corso, condotto dai ricercatori dell’Universita’ di Copenhagen (Danimarca), che hanno scoperto come la sostanza – piu’ volte utilizzata dai ciclisti per migliorare artificialmente le loro prestazioni – sia in grado di ridurre il grado di mortalita’ connesso alla patologia.

molecola EPO



Gli studiosi hanno scoperto che l’Epo, un ormone che stimola la produzione di globuli rossi, oltre a incrementare la presenza di ossigeno nei tessuti organici, aumenta anche il livello di emoglobina, riuscendo cosi’ a protegge i neuroni dalle conseguenze cerebrali della malaria.

Durante la ricerca, infatti, hanno rilevato che il rischio di mortalita’ di un gruppo di roditori affetti dalla patologia e’ quasi scomparso: e’ passato dal 100% a una percentuale prossima allo zero.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi