Rituximab migliora sopravvivenza…

Roche ha annunciato i dat…

Allergie: un italiano su 5 non t…

Negli ultimi anni stanno …

Ebola: Italia molto avanti per l…

(ASCA)L'infezione da Ebol…

Cancro: contrastarlo a tavola co…

[caption id="attachment_8…

Aviaria: è più infettiva, ma men…

Una nuova metanalisi rico…

Staminali dal Danio rerio, lo sp…

E' lungo tra i tre e i ci…

Mutazioni che causano il cancro:…

I meccanismi molecolari c…

Contro la cecità un test con le …

[caption id="attachment_3…

Peperoncino: sostanza aumenta me…

Una sostanza presente nel…

Rosetta Genomics e Axa Diagnosti…

[caption id="attachment_2…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Ossido nitrico cardio-protettore: si accumula con l’esercizio fisico

Durante lo sforzo fisico viene prodotto e immagazzinato l’ossido nitrico: questo viene poi rilasciato in momenti di stress per il cuore – dovuti a eventi come attacchi cardiaci – per proteggere il cuore dai danni che ne potrebbero derivare.

La strategia ”di difesa” del muscolo cardiaco e’ stata scoperta da un gruppo di ricercatori diretti da David Lefer della Emory University, School of Medicine di Atlanta (Stati Uniti).

L’ossido nitrico e’ gia’ noto per essere il responsabile della prevenzione dell’ipertensione grazie alle sue capacita’ di rendere elastiche le pareti dei vasi sanguigni: ”L’ossido nitrico generato durante l’esercizio fisico viene ‘memorizzato’ nel sangue e nel cuore sotto forma di nitriti e nitrosotioli – spiega Lefer -. Questi intermediari sembrano importanti per la cardioprotezione contro gli attacchi di cuore successivi”. Lo studio e’ stato pubblicato su Circulation Research.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi