MALATTIA DI CROHN, ARRIVA L’APPR…

La nuova terapia è stata …

E' nato il primo bambino italian…

UNA REALE CONCRETA POSS…

Come il cervello corregge "il ti…

Quando siamo tristi, il m…

Ghiandole sudoripare accelerano …

La pelle umana contiene …

Al Campus Bio-Medico il più picc…

Soluzione “high tech” per…

Batteri resistenti all'iper-grav…

Sono in grado di vivere i…

Menopausa: con staminali possibi…

[caption id="attachment_9…

Glucosio nel sangue: in grado di…

I livelli di glucosio nel…

Riabilitazione cardiaca, utile a…

La riabilitazione car…

Cellule riprogrammate per produr…

Un gruppo di scienziati d…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Tumore al polmone: grazie al microRNA potrebbe essere diagnosticato con due anni di anticipo

Grazie al microRna potrebbe diventare possibile scovare il tumore al polmone con due anni di anticipo prima che diventi visibile con i mezzi tradizionali.

Lo afferma uno studio pubblicato dalla rivista Pnas, secondo cui questo indicatore fornisce anche un’idea di quanto aggressivo e’ il tumore. “Abbiamo scoperto – spiegano i ricercatori della Ohio State university – che chi soffre di tumore al polmone ha livelli anormali di vari tipi di microRna nel plasma, che potrebbero essere usati per la diagnosi”. I ricercatori hanno analizzato il sangue di alcune persone, tutti fumatori oltre i 50 anni, che si stavano sottoponendo a uno screening che prevedeva una Tac spirale l’anno alla ricerca di possibili tumori polmonari.

La ricerca ha analizzato 28 campioni di tessuto tumorale e 24 di tessuto normale, identificando una serie di livelli di microRna indicatori non solo della presenza del cancro, ma anche della sua velocita’ di propagazione. A questo punto sono stati analizzati campioni di sangue risalenti ad un anno prima del ritrovamento del tumore con la Tac, e sono stati trovati 15 microRna il cui livello ha identificato 18 dei 20 pazienti che hanno sviluppato poi il tumore. La scoperta e’ stata verificata poi su un altro set di pazienti, non coinvolti nel primo studio, e anche in questo caso la ‘firma’ del cancro e’ stata riconosciuta nel sangue del la maggior parte dei casi.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi