[1. SIN] Parkinson: Terapia prec…

Prof. Aldo Quattrone, P…

Dopamina: neurotrasmettitore tra…

Pigri e svogliati o lavor…

Le ricerche indipendenti conferm…

Roma, 24 ottobre 2016 – I…

Fibrosi Polmonare Idiopatica: nu…

• Nello studio clinico  T…

Sclerosi Multipla: bimbi sempre …

Bimbi sempre più sotto at…

Tumori: aumentano quelli legati …

Il numero di donne che sv…

Okinawa: in una pianta giappones…

Il segreto della longevit…

Il peperoncino allunga la vita, …

Cucina messicana? Oppure …

Terapia del dolore, per la prima…

Chieti - 6 settembre 2013…

Allergeni: in quale quantità div…

Nuove regole per le indic…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Due sostanze estratte dalla pelle di una rana dal ruolo fondamentale sull’angiogenesi

Due sostanze estratte dalla pelle di una specie di rana e da un rospo si sono rivelate cosi’ promettenti per la lotta contro il cancro e l’infarto da essere premiate con il piu’ prestigioso premio inglese, il Medical Futures Innovation Awards.

Lo annuncia la Queen University di Belfast in un comunicato. I due peptidi, o piccole proteine, isolati dal team guidato da Chris Shaw, agiscono entrambi sull’angiogenesi, cioe’ sulla formazione dei vasi sanguigni, anche se in maniera opposta.

Il primo, estratto dalla rana Phyllomedusa sauvagii, ha rivelato la capacita’ di bloccare la crescita dei vasi sanguigni che favoriscono la formazione dei tumori. Il secondo, estratto dal rospo del genere Bombina, ha l’effetto opposto, e ‘accende’ l’angiogenesi stimolando la crescita dei vasi, una caratteristica che potrebbe farlo impiegare nel trattamento di una serie di patologie a partire da quelle cardiovascolari. “Noi siamo convinti che la natura abbia una risposta a molti dei problemi dell’uomo – ha spiegato l’esperto – basta solo fare la domanda giusta”.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi