Tumori: individuati geni in grad…

Il sangue e' composto da …

Depressione: test del sangue per…

L'esame si basa sulla mis…

L'uomo di Neanderthal: vita inte…

[caption id="attachment_1…

Chirurgia: non sempre per un men…

Uno studio dell'Universit…

HIV: con antiretrovirali, ottenu…

I trattamenti antiretrovi…

Sigaretta elettronica: Varonesi …

Nature, la rivista portav…

Sequenziato genoma peronospora: …

[caption id="attachme…

Obesità: scoperto interruttore m…

Le normali cellule di gra…

Un anticorpo "jolly" in grado di…

Esplora il significat…

Colesterolo del 'terzo tipo' min…

[caption id="attachment_2…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Due sostanze estratte dalla pelle di una rana dal ruolo fondamentale sull’angiogenesi

Due sostanze estratte dalla pelle di una specie di rana e da un rospo si sono rivelate cosi’ promettenti per la lotta contro il cancro e l’infarto da essere premiate con il piu’ prestigioso premio inglese, il Medical Futures Innovation Awards.

Lo annuncia la Queen University di Belfast in un comunicato. I due peptidi, o piccole proteine, isolati dal team guidato da Chris Shaw, agiscono entrambi sull’angiogenesi, cioe’ sulla formazione dei vasi sanguigni, anche se in maniera opposta.

Il primo, estratto dalla rana Phyllomedusa sauvagii, ha rivelato la capacita’ di bloccare la crescita dei vasi sanguigni che favoriscono la formazione dei tumori. Il secondo, estratto dal rospo del genere Bombina, ha l’effetto opposto, e ‘accende’ l’angiogenesi stimolando la crescita dei vasi, una caratteristica che potrebbe farlo impiegare nel trattamento di una serie di patologie a partire da quelle cardiovascolari. “Noi siamo convinti che la natura abbia una risposta a molti dei problemi dell’uomo – ha spiegato l’esperto – basta solo fare la domanda giusta”.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi