Emergenza Epatite C: quale progr…

Presentata oggi al Minist…

Progetto Behta: oncologi oggi a …

Cagliari, 14 Maggio – For…

Tumori: scoperti partner 'moleco…

[caption id="attachment_…

Sclerosi Multipla: nuovo studio …

I ricercatori della F…

Parkinson: ricercatori studiano …

Uno studio finanziato dal…

La terribile resistenza dei geni…

I geni possiedono di norm…

Tubercolosi: marcatori genomici …

[caption id="attachment_8…

Nel quartiere #Gorla, attività f…

Milano, 17 ottobre 2016 -…

Tumori: nuova famiglia di protei…

Individuata una nuova fa…

Cellule staminali tumorali: un m…

[caption id="attachment_5…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Farmaci contro l’AIDS e l’invecchiamento precoce

Una classe di farmaci generici contro l’AIDS spesso utilizzati per curare l’infezione causata dall’HIV in Africa e in altre regioni povere potrebbe causare un invecchiamento precoce e portare a malattie legate all’eta’, tra cui cardiopatie e demenza.


Lo hanno affermato alcuni ricercatori britannici in uno studio pubblicato sulla rivista “Nature Genetics”, da cui e’ emerso che i farmaci, noti come inibitori nucleosidici della trascrittasi inversa (NRTI) danneggiano il DNA nei mitocondri, le “batterie” che alimentano le cellule, del paziente.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi