I batteri intestinali: studi rec…

La funzione di una flora …

Giornata Mondiale della Malattia…

Roma, 19 settembre 2016 –…

Fecondazione: impiantare uno o d…

Se si fa una procreaz…

Incontro con i nuovi titolari: …

FEDERFARMA TORINO ASSO…

I batteri e il quorum sensing

Ricercatori europei dell'…

HPV: vaccino utile anche per gli…

[caption id="attachment_8…

Studio su cellule fin'ora ignora…

[caption id="attachment_8…

Sindrome di Marfan: un 'paziente…

Si deve alla 'testardaggi…

Artrite reumatoide: importante e…

[caption id="attachme…

Glioblastoma: una esaustiva rice…

La maggior parte delle ri…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

CSS: per combattere il grasso non affidarsi a cocktail di farmaci

No a cocktail di farmaci nei trattamenti scioglicellulite di lisi adipocitaria. E’ quanto raccomanda il Consiglio Superiore di Sanita’, che in un parere emanato oggi ha ribadito che in Italia non sono pervenute denunce di complicanze gravi nei trattamenti di lisi adipocitaria tali da inibire l’uso di queste tecniche, ritenendo tuttavia opportuno sconsigliare l’uso di cocktail farmacologici nelle tecniche mesoterapiche.

Ne da’ notizia il sottosegretario alla Salute Francesca Martini, che aveva richiesto al Css un Parere sulla pronuncia della Haute Autorite’ de Sante’ (HAS) francese che evidenziava rischi per la salute derivanti da trattamenti di lisi adipocitaria tali da aver dato luogo a un decreto di divieto, poi peraltro rivisto dal Ministero della salute francese. “Ho richiesto la formulazione di un Parere sulle tecniche di lipolisi al Css – spiega Martini – per verificare che esse non comportassero reali rischi per la salute dei cittadini e per fornire una corretta informazione sulla materia in modo da non creare allarmismi conseguenti a possibili informazioni fuorvianti.

Costituiro’ comunque un Osservatorio che, in collegamento con gli uffici competenti del ministero della Salute, avra’ il compito di rilevare eventuali eventi avversi relativi a trattamenti di medicina estetica al fine di adottare le misure piu’ idonee a tutelare la salute dei cittadini”.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi