Atrofia muscolare spinale: ident…

Identificato un biomarca…

Ricerca italiana su sclerosi mul…

Il trattamento con cellul…

Cardiopatie: nuove cure potrebbe…

L’idrogeno solforato, not…

Intolleranze alimentari: bloccan…

Washington - Bloccand…

Fumo, bronchite cronica e BPCO: …

In occasione della X …

Tanoressia: una variante genetic…

Dietro la ricerca spasmod…

Dieta mediterranea: toccasana pe…

Altro che Viagra. Pesce, …

Donne obese: maggiori rischi di …

Le donne obese corrono un…

Policlinico di Abano Terme sempr…

Una ginecologia d’eccelle…

Diabete: scoperto interruttore m…

[caption id="attachment_8…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Malattie rare mitocondriali: arrivano cure sperimentali da studiosi italiani

Sviluppata dal Centro per lo Studio delle Malattie Mitocondriali Pediatriche ”Pierfranco e Luisa Mariani” della Fondazione Istituto Neurologico Besta di Milano una nuova terapia farmacologica in grado di funzionare sulle ”miopatie mitocondriali” – malattie rare che coinvolgono i mitocondri, le ”centrali energetiche” delle cellule – e che potra’ rivelarsi potenzialmente utile anche contro malattie piu’ diffuse e conosciute come il diabete e il Parkinson, in cui sono spesso presenti alterazioni a carico dei mitocondri.



Lo studio, pubblicato su Cell Metabolism, e’ stato per adesso condotto solo sui topi. In termini tecnici i ricercatori hanno dimostrato ”l’efficacia dell’attivazione della biogenesi mitocondriale per la correzione biochimica e clinica di deficit della citocromo c ossidasi in modelli murini”: ”La ricerca – spiega Carlo Viscomi, primo firmatario dello studio – ha dimostrato che e’ possibile ridurre il deficit energetico dovuto ad alterazioni genetiche dei mitocondri attraverso l’utilizzo di un farmaco in grado di attivare la proliferazione dei mitocondri stessi e di migliorarne la funzionalita’, compensandone in questo modo il ridotto funzionamento”.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x