Fattori di invecchiamento cerebr…

Fattori di rischio vascol…

Genova, convegno internazionale …

[caption id="attachme…

Un Hard Disk genetico, e libri s…

Il Dna è la molecola sull…

Farmaci omeopatici: nuove dirett…

MILANO - L’Agenzia italia…

Diabete: l'AIFA pubblica un algo…

L'Agenzia Agenzia Italian…

Genetica: non sempre c'e' legame…

[caption id="attachment_6…

Giuseppe Mele: ‘Pediatri, oggi è…

Il 7 e 8 Dicembre la Pedi…

Trovato gene che difende la tras…

Trovato gene che negli es…

Un farmaco contro il tumore al s…

Una nuova ricerca proveni…

Nuovo studio clinico su dabigatr…

·         Sono oltre  2…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Perdita di densità ossea: topi nello spazio per esaminare eventuale terapia contro la degenerazione

Un gruppo di topi affrontera’ una missione spaziale per aiutarci a scoprire come proteggere gli astronauti dalla perdita del tessuto osseo. Si tratta di un esperimento promosso dai ricercatori dell’Universita’ della Nord Carolina di Chapel Hill (Usa), che partira’ l’8 luglio insieme alla spedizione dello space shuttle Atlantis nell’orbita terrestre.

Al rientro dal volo – che durera’ 12 giorni – gli scienziati analizzeranno le ossa dei 30 topolini che accompagneranno l’equipaggio nello spazio per scoprire se la ”microgravita”’ – fenomeno caratterizzato dall’assenza di peso – determina un innalzamento del livello di sclerostina – una proteina trasmessa dagli osteociti per regolare la formazione delle ossa: secondo gli esperti sarebbe proprio l’aumento di questa sostanza a causare la perdita di tessuto osseo negli astronauti reduci di missioni spaziali prolungate.


La meta’ dei roditori, pertanto, andra’ in orbita ”munita” di un anticorpo per la sclerostina, che, se dovesse rivelarsi efficace, potrebbe essere impiegato per aumentare la formazione ossea e prevenire le fratture.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi