Verso un test delle urine per st…

[caption id="attachment_7…

La luce influisce cognitivamente…

La luce migliora l'attivi…

Alzheimer: la caffeina è in grad…

[caption id="attachment_1…

Rinosinusite: malattia sociale d…

"La rinosinusite si c…

Dichiarazione di Novartis Vaccin…

Novartis è stata informat…

Antidepressivi: l'AIFA registra …

Il farmaco in Italia e' …

Risolto l'enigma sul riconoscime…

Le interazioni fra protei…

Consumo cocaina: lesioni fisiche…

Perforazione del setto na…

Ricerca: finanziamenti stanziati…

E' ufficiale! Si sono ott…

I dati AIFA sulla spesa conferma…

Roma, 14 luglio 2014 - “L…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Somministrazione transdermica indolore dei farmaci: dalla collaborazione tra Caltech e Zcube un innovativo dispositivo basato sulla tecnologia del carbonio

 

PASADENA, California, 21 luglio 2011Zcube Srl, research venture della società farmaceutica italiana Zambon, e il California Institute of Technology (Caltech) hanno siglato un accordo esclusivo di ricerca e opzione di licenza per sviluppare e commercializzare patch cutanei per la somministrazione di farmaci che incorporano nanotubi di carbonio. I patch saranno inizialmente sviluppati per somministrare in maniera indolore i farmaci per via transdermica, ma per il futuro sono previste altre applicazioni.

 

Il progetto sarà effettuato presso il prestigioso laboratorio a Caltech diretto dal Prof. Mory Gharib, Vice-Provost of Research – Hans W, Liepmann Professor of Aeronautics and Professor of Bio-Inspired Engineering.

 

I nuovi patch cutanei sono stati ideati attraverso un’innovativa tecnica, concepita da Gharib, che incorpora parzialmente i nanotubi nei materiali flessibili in cui vengono sviluppati. Questo sistema permette ad un’estremità di ciascun nanotubo di ancorarsi al patch e all’altra di fuoriuscirne per trasmettere il farmaco alla pelle. Una soluzione che consente l’ancoraggio e l’allineamento dei nanotubi, colma ampiamente una precedente lacuna tecnologica e potrà offrire in futuro nuove metodologie di somministrazione di farmaci. Secondo i ricercatori infatti questo nuovo approccio tecnologico permetterà ai nanotubi terapeutici di essere impiegati in numerose applicazioni mediche con evidenti benefici  per i pazienti.

 

I nuovi patch in particolare sono indolori: il diametro dei nanoaghi costituiti da nanotubi è infatti troppo piccolo per essere rilevato dalle terminazioni nervose della pelle. Inoltre i farmaci potranno essere somministrati più efficacemente attraverso gli strati più densi della cute rispetto agli attuali microaghi o alle tecnologie tradizionali poiché l’insieme dei nanotubi nei patch cutanei può essere progettato in maniera ottimale. Questo nuovo sistema consentirà quindi una somministrazione dei farmaci attraverso la pelle più rapida, efficace e del tutto indolore.

 

“Questa tecnologia innovativa basata su nanoaghi rivoluzionerà la somministrazione transdermica dei farmaci”, afferma Lorenzo Pradella, General Manager di Zcube. “Le eccezionali proprietà di questi dispositivi, la resistenza meccanica, la conduttività elettrica e termica, l’inerzia chimica e la tolleranza cutanea verso gli stessi, lasciano intravedere possibilità di somministrazione transdermica dei farmaci mai immaginate prima”.

 

“Si tratta di una nuova applicazione medica della tecnologia dei nanotubi di carbonio molto promettente, potenzialmente in grado di somministrare i farmaci in maniera indolore e maggiormente efficace rispetto alle attuali tecnologie”, afferma Gharib. “Confidiamo che la nostra collaborazione possa apportare grandi vantaggi medici a milioni di pazienti in tutto il mondo”.

 

# # #

 

Zcube

Zcube è una società leader a livello mondiale nel campo della medicina traslazionale le cui attività strategiche riguardano lo sviluppo e la commercializzazione di nuovi sistemi di somministrazione dei farmaci e dispositivi medici. In veste di research venture di Zambon S.p.A., Zcube convalida e investe in tecnologie innovative in fase iniziale in grado di creare nuovi prodotti e offrire nuove soluzioni tecnologiche in aree terapeutiche di interesse strategico. Zcube annovera diverse collaborazioni con università statunitensi, europee e israeliane. Zcube è inoltre limited partner di Mission Bay Capital, LLC, fondo di investimenti dedicato alle imprese emergenti innovative nel campo delle bioscenze della University of California ed è membro dell’Industrial Advisory Board del Quantitative Biosciences (QB3) di San Francisco. Zcube investe nelle tre start-up PharmEste Srl (Ferrara), SuppreMol GmbH (Monaco, Germania) e ProtAffin Biotechnologie AG (Graz, Austria). Per maggiori informazioni visitare www.z-cube.it.

 

California Institute of Technology

Il California Institute of Technology (Caltech) è una università privata con sede a Pasadena che svolge attività didattica e conduce ricerche in campo scientifico e tecnico. Vanta un corpo di circa 900 studenti universitari e 1200 laureati. Celebre per la prestigiosa facoltà presso la quale lavorano numerosi premi Nobel e per le rinomate strutture esterne al campus quali il Jet Propulsion Laboratory, il W. M. Keck Observatory e il Palomar Observatory, il Caltech è uno dei centri di ricerca più importanti del mondo. 

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!