Dolore: stop a FANS e COXIB nell…

Ridurre l’uso improprio d…

Sindrome da X fragile: trial di …

Il farmaco è progettato p…

L'autosufficienza piena nella pr…

Roma, 20 febbraio 201…

AIFA revoca il divieto a scopo c…

Riconfermate la sicurez…

FDA pone il suo OK sul test rapi…

La Food and drug administ…

Cancro al seno: proteina chiave …

Inibendo una specifica pr…

Meet The Company TEVA: oltre il …

Si inaugura il primo di u…

l'area del cervello in cui vengo…

[caption id="attachme…

Dall'uomo al moscerino della fru…

Una nuova ricerca ha dimo…

Cancro alla prostata: il vaccino…

Un trattamento che utili…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Tumori del pancreas: due diverse mutazioni per stabilire se benigni o maligni

Per distinguere le cisti pancreatiche maligne e’ sufficiente analizzare la presenza di mutazioni nei geni GNAS e KRAS.

Lo hanno dimostrato i ricercatori della Johns Hopkins University (Baltimora, Stati Uniti) in uno studio pubblicato dalla rivista Science Translational Medicine. I due geni sono mutati, rispettivamente, nel 66% e nell’81% delle cisti pretumorali analizzate, mentre nel 96% dei casi sono state riscontrate variazioni nella sequenza di entrambi i geni.


Secondo Ralph Hruban, patologo che ha partecipato allo studio, ”molte cisti sono benigne, ma saper distinguere tra quelle innocue e quelle pericolose e’ interessante sia per i medici, sia per i pazienti”. Ora si attende un test genetico basato su queste scoperte che permetta di identificare facilmente le cisti maligne.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi