Contro obesità scoperta una cell…

Un borsista di ricerca Ma…

HIV: battere il virus nella repl…

La replicazione dell'Hiv …

Menopausa, esperti a confronto

Il 2° Congresso naziona…

Depressione: in età avanzata res…

La depressione che si man…

La pelle che non invecchia non è…

Uno studio identifica le …

Tumori: una nuova prospettiva pe…

Ricercatori italiani sono…

Un rivestimento per attrezzature…

[caption id="attachment_8…

Insufficienza renale: un ace-ini…

Un Ace-inibitore abbassa …

Una proteina chiave per combatte…

[caption id="attachment_8…

Glioblastoma: nuova terapia comb…

Una terapia multipla semb…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Tumori del pancreas: due diverse mutazioni per stabilire se benigni o maligni

Per distinguere le cisti pancreatiche maligne e’ sufficiente analizzare la presenza di mutazioni nei geni GNAS e KRAS.

Lo hanno dimostrato i ricercatori della Johns Hopkins University (Baltimora, Stati Uniti) in uno studio pubblicato dalla rivista Science Translational Medicine. I due geni sono mutati, rispettivamente, nel 66% e nell’81% delle cisti pretumorali analizzate, mentre nel 96% dei casi sono state riscontrate variazioni nella sequenza di entrambi i geni.


Secondo Ralph Hruban, patologo che ha partecipato allo studio, ”molte cisti sono benigne, ma saper distinguere tra quelle innocue e quelle pericolose e’ interessante sia per i medici, sia per i pazienti”. Ora si attende un test genetico basato su queste scoperte che permetta di identificare facilmente le cisti maligne.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi