Per la prima volta in Basilicata…

ALL’ IRCCS CROB DI RIONER…

Fibromialgia: affligge 290.000 l…

“Perché si diventa fibrom…

La glicirrizina (liquirizia) con…

[caption id="attachment_5…

Il DDL Lorenzin accelera il rinn…

Roma, 26 luglio 2013 - “G…

Cannabis terapeutica: farmacie p…

Ci sarebbe i "I titolari …

Cancro: nuovi antitumorali estra…

I ricercatori del MIT (Ma…

Alzheimer: da prioni di topo arr…

La cura del morbo di Alzh…

Menisco: non necessaria chirurgi…

La chirurgia non e' una …

Autismo: nuovo farmaco per incen…

Un farmaco usato per …

Albumina - creatina e attacchi d…

[caption id="attachme…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Tumori del pancreas: due diverse mutazioni per stabilire se benigni o maligni

Per distinguere le cisti pancreatiche maligne e’ sufficiente analizzare la presenza di mutazioni nei geni GNAS e KRAS.

Lo hanno dimostrato i ricercatori della Johns Hopkins University (Baltimora, Stati Uniti) in uno studio pubblicato dalla rivista Science Translational Medicine. I due geni sono mutati, rispettivamente, nel 66% e nell’81% delle cisti pretumorali analizzate, mentre nel 96% dei casi sono state riscontrate variazioni nella sequenza di entrambi i geni.

Secondo Ralph Hruban, patologo che ha partecipato allo studio, ”molte cisti sono benigne, ma saper distinguere tra quelle innocue e quelle pericolose e’ interessante sia per i medici, sia per i pazienti”. Ora si attende un test genetico basato su queste scoperte che permetta di identificare facilmente le cisti maligne.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!