Nel giorno delle professioni i f…

Roma, 1° marzo 2012 - Il …

Disturbi del sonno: potrebbe ess…

Studio della Harvard Medi…

Morte neuronale: il ruolo crucia…

La comprensione del ruolo…

La memoria e le capacità rievoca…

Il migliore fattore predi…

Tumori prostatici: nanoparticell…

Una nuova strategia che, …

Contro i virus non sempre è nece…

Una sperimentazione sui t…

Medicina rigenerativa: cellule e…

[caption id="attachment_8…

A Valenza una giornata di inform…

Mercoledì 13 aprile, a Va…

Farmaci innovativi sul territori…

Roma, 6 novembre 2014. “A…

Cancro: terapia col virus "Rigvi…

Stranamente, i malati di …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Utilizzo cellulari in eta’ adolescenziale quintuplica incidenza casi astrocitoma

Iniziare a utilizzare il cellulare gia’ in adolescenza quintuplica il rischio di astrocitoma, la forma piu’ comune di glioma, un tumore al cervello.

E lo stesso vale per i telefoni cordless e per chi, indipendentemente dall’eta’ in cui si e’ iniziato ad utilizzare questi apparecchi telefonici, ne fa uso per piu’ di dieci anni. Lo dimostra uno studio pubblicato sull’International Journal of Oncology, condotto da un gruppo di ricercatori dell’University Hospital di Orebro e dell’Universita’ di Umea (Svezia).


In particolare il rischio di astrocitoma e’ 4,9 e 3,9 maggiore in chi usa, rispettivamente, cellulari o cordless da prima dei vent’anni, mentre utilizzare apparecchi di questo tipo per piu’ di dieci anni aumenta del 30% il rischio di tumore maligno e del 40% la probabilita’ di sviluppare un astrocitoma.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi