Nuovi neuroni ottenuti come risp…

Gli scienziati sono riusc…

Nasce "Punti di Vita" il primo b…

Presentato all’Ospedale…

Geriatria: negli USA gli america…

Gli anziani americani di…

Metalli pesanti nei cosmetici: a…

Una nuova ricerca riv…

Sistema immunitario: una scossa …

Una procedura sperimental…

Papilloma virus: il rivoluzionar…

Servivano giorni per i ri…

Mieloma multiplo: parte la speri…

[caption id="attachment_9…

Mese dell’Ortopedia e della Trau…

Cosa fare in caso di trau…

Telethon: pallottole molecolari …

Ricercatori dell’Icgeb di…

Malattie autoinfiammatorie rare …

[caption id="attachment_1…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

AIDS: Trojan contro virus potrebbe essere la nuova strategia di difesa contro l’infezione

Virus contro virus per combattere l’Aids. Pin Wang, professore di ingegneria chimica della University of Southern California, ha creato un nuovo vettore virale (un lentivirus) da utilizzare come un cavallo di Troia per trasportare farmaci anti-Hiv nelle cellule infettate.

L’obiettivo è ucciderle in modo mirato, senza effetti collaterali per le cellule sane. La ricerca, pubblicata su ‘Virus Research’ e finanziata dai National Institutes of Health americani, sfrutta una tecnica che la scienza chiama terapia con gene suicida. In gergo militare si parlerebbe di un raid aereo con bombe intelligenti sganciate contro il nemico da annientare.

Lo studio è ancora in fase preclinica e al momento il nuovo vettore lentivirale è stato sperimentato solo in vitro, riuscendo a distruggere il 35% delle cellule malate. La percentuale potrebbe sembrare bassa, ma secondo Wang, se in futuro la metodica verrà impiegata sull’uomo, sarà possibile ripeterla più volte in modo da massimizzarne l’efficacia. Intanto il prossimo passo sarà il test sui topi. Pur non trattandosi ancora di una cura definitiva per l’Aids, precisa Wang, il nuovo approccio rappresenta comunque un passo avanti contro l’epidemia di Hiv.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi