Una nuova regione, bersaglio con…

La paura e l’ansia, lo sa…

Bilinguismo: migliora la concent…

Uno studio della Northwes…

Pediatria - Inaugurazione Aula D…

PATOLOGIE IN CALO E PATOL…

Moduli a DNA per lo storage dei …

Nuovi progressi nello sfr…

Pistacchi efficaci contro iperte…

Un pugno di pistacchi all…

Calo di testosterone aumenta fra…

[caption id="attachment_8…

Zucchero 'cattivo' avvelena il c…

Una sostanza che deriva d…

Bruchi molto voraci potrebbero e…

Ricercatori hanno scopert…

V GIORNATA NAZIONALE A.Fa.D.O.C.…

Al via “DIVERSA…mente, am…

[Assobiotec] Alzheimer, il cerve…

Il nostro cervello è in g…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Alzheimer: bloccare il morbo cambiando percorsi cellulari

Per ostacolare la progressione del morbo di Alzheimer potrebbe essere utile modificare i percorsi che le proteine percorrono all’interno della cellula.

Infatti secondo uno studio pubblicato da Proceedings of the National Academy of Sciences (Pnas), prima di incontrarsi il precursore della proteina beta-amiloide (APP) e l’enzima beta-secretasi (BACE1) – responsabili della formazione delle placche tipiche dei neuroni affetti dal morbo – percorrono strade diverse.


”Chiudere o modificare la strada percorsa dalla beta-secretasi per arrivare ad APP – spiega Wim Annaert, coordinatore della ricerca – potrebbe essere una strategia per inibire lo sviluppo della malattia”.

ASCA

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x