Un esame della retina potrebbe r…

[caption id="attachment…

Il preoccupante fenomeno della r…

L'Oms lancia un nuovo all…

Alcool, invecchiamento precoce e…

[caption id="attachment_7…

Cancro ai polmoni: tra le donne …

Il cancro al polmone è de…

Nanotecnologie: scienziati in gr…

Utilizzando le nanotecnol…

Il veleno dello scorpione: alter…

[caption id="attachment_6…

Connessione tra salute cardiovas…

Le persone che hanno una …

Veleno di lumaca: scoperto il me…

Gli scienziati sono riusc…

Sinusite: ripristinando la flora…

La sinusite potrebbe esse…

Retinoblastoma: arriva nuova cur…

[caption id="attachment_1…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Alzheimer: bloccare il morbo cambiando percorsi cellulari

Per ostacolare la progressione del morbo di Alzheimer potrebbe essere utile modificare i percorsi che le proteine percorrono all’interno della cellula.

Infatti secondo uno studio pubblicato da Proceedings of the National Academy of Sciences (Pnas), prima di incontrarsi il precursore della proteina beta-amiloide (APP) e l’enzima beta-secretasi (BACE1) – responsabili della formazione delle placche tipiche dei neuroni affetti dal morbo – percorrono strade diverse.


”Chiudere o modificare la strada percorsa dalla beta-secretasi per arrivare ad APP – spiega Wim Annaert, coordinatore della ricerca – potrebbe essere una strategia per inibire lo sviluppo della malattia”.

ASCA

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi