Strutture molecolari tridimensio…

Per la prima volta in ass…

Lupus: gli immunosoppressori pre…

Le persone che assumono …

L'enigmatico virus H7N9

Il nuovo virus, che ha …

Aspirina prima di andare a dormi…

Un'aspirina prima di anda…

AIDS: nelle scimmie una proteina…

[caption id="attachment_8…

Dabigatran etexilato: rimborsabi…

• L’ Anticoagulante Ora…

Vaccini per il morbillo inaspett…

[caption id="attachment_8…

Leucemia linfoblastica acuta phi…

[caption id="attachment_7…

Nuova squadra alla guida dell’Is…

In seguito alle nomin…

Stress: la produzione di neuroni…

[caption id="attachment_6…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Una semplice equazione per valutare la funzionalità renale in un paziente

Una semplice equazione potrebbe essere sufficiente a valutare la funzionalita’ renale dei pazienti, evitando quindi le dolorose e invasive misure effettuate tradizionalmente.

La ricerca della University of California di San Francisco e’ stata pubblicata sul Journal of the American Society Nephrology. La valutazione della funzionalita’ renale nei pazienti con malattie renali croniche puo’ aiutare i medici a migliorare le terapie. La maggior parte della analisi si basa attualmente sulla stima del tasso di filtrazione glomerulare (GFR), che viene di solito determinato iniettando una sostanza tracciante. Una procedura invasiva che prevede, appunto, l’uso di questa sostanza (radioattiva) e vari prelievi di sangue. Adesso, gli scienziati hanno scoperto che una equazione, che comporta solo un prelievo di sangue, permette di calcolare il GRF in modo indiretto e soprattutto senza particolari disagi per il paziente.

Lo studio ha coinvolto 1.214 pazienti, inclusi nel Chronic Renal Insufficiency Cohort, che soffrivano di disfunzioni croniche renali. La determinazione del GFR mediante equazione e’ risultata praticamente identica a quella ricavata tramite il sistema tradizionale.

Archivi