Resistenza agli antibiotici: il …

Alcuni scienziati in Svez…

Lo zucchero abbassa i livelli de…

[caption id="attachme…

AIDS: cure immediate guariscono …

Un nuovo eccezionale colp…

Il sud est asiatico libero dalla…

Dichiarazione da parte de…

Diabete e ictus: la genetica ind…

[caption id="attachment_8…

All'ESHRE 2011 Merck Serono prem…

· Un premio destinato …

Malattia di Huntington: la ricer…

Una ricerca condotta dall…

Cefalea post-coitale: un uomo su…

È noto come mal di testa …

iHealth Align: il glucometro con…

iHealth Align ha vinto il…

Aegate selezionata come fornitor…

Milano, 22 giugno 2015 - …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Un batterio, associato a carie e ulcere, potrebbe essere causa di cancro all’intestino

Un batterio solitamente associato a carie e ulcere della pelle potrebbe essere riconducibile anche al cancro all’intestino.

Secondo due studi indipendenti, infatti, il batterio Fusobacterium sarebbe stato trovato in numerosi casi di tumore al colon. Stando a quanto si legge sulla rivista Genome Research, non e’ ancora del tutto chiaro se il microrganismo patogeno possa provocare i cambiamenti cancerosi o se sia una scoperta incidentale, ma nel primo caso una terapia antibiotica potrebbe essere in grado di trattare e prevenire il cancro.

I due studi sono stati condotti dall’Universita’ del Canada e dal Cancer Institute di Boston, Usa. Finora, a proposito del cancro all’intestino, le cause scatenanti non sono conosciute ma si conoscono alcuni fattori di rischio come l’eta’ e la storia familiare. Il Fusobacterium potrebbe essere aggiunto a questa lista: il microrganismo patogeno era gia’ stato legato alle coliti ulcerative, che sono esse stesse fattori di rischio per il tumore all’intestino. Entrambi gli studi hanno riscontrato tracce genetiche del batterio in oltre 100 campioni di tessuti intestinali cancerosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: