Vescica iperattiva: efficace la …

Contro la sindrome de…

Identificato il gene della "feli…

Si chiama Maoa ed e' il g…

Nuovo metodo per ottenere cellul…

Possibile rivoluzione nel…

Sonno disturbato compromette i p…

La scarsa qualità del son…

Second Sight annuncia il success…

E’ la prova per il contin…

Dalla Ginecologia dell’Ospedale …

Unità Operativa Complessa…

DAI POMODORI ITALIANI UNA PILLOL…

[caption id="attachment_9…

Linfoma: un gene chiave implicat…

I risultati di una nuova …

Cure oncologiche e palliative va…

La Società europea di onc…

Infarto del miocardio: uomini pa…

Rispetto alle donne, gli …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Cancro alla vescica: bere molta acqua è un ottimo deterrente.

Bere molti liquidi, in particolare acqua, sembra essere un ottimo scudo per prevenire negli uomini il cancro alla vescica.

E’ quanto osservato da uno studio presentato alla decima conferenza internazionale sulle Frontiers in cancer prevention researchtenutasi a Boston. Jiachen Zhou, epidemiologo presso la Brown University, ha ipotizzato che i liquidi possano scovare e portare via potenziali cancerogeni prima che abbiano la possibilità di causare danni ai tessuti e alla lunga «innescare» la trasformazione delle cellule da sane in cancerose.

STILE DI VITA – I ricercatori guidati da Zhou hanno valutato l’associazione tra assunzione di liquidi e il cancro alla vescica nei 47.909 partecipanti di sesso maschile all’Health professionals follow-up study durato 22 anni. Tutti medici e operatori sanitari di sesso maschile di età compresa tra i 40 e i 75 anni al momento dell’avvio diHpfs nel 1986. I partecipanti hanno risposto a questionari periodici su abitudini e stili di vita e controllati dal punto di vista clinico. Tra le domande, ripetute ogni quattro anni, c’erano quelle relative all’assunzione di liquidi. I ricercatori hanno trovato una relazione tra un’alta assunzione giornaliera di liquidi e un rischio ridotto di cancro alla vescica. In particolare chi beveva più di 2.531 millilitri al giorno ha presentato negli ultimi dieci anni un’incidenza del tumore inferiore del 24 per cento rispetto a chi beveva poco o comunque una quantità di liquidi inferiore. Analisi dettagliate hanno rivelato che l’associazione era più forte tra gli uomini più giovani.

I ricercatori hanno anche osservato che gli uomini bevevano meno liquidi, soprattutto acqua, invecchiando. Zhou ha concluso che, senza generalizzare il discorso, sarebbe opportuno che i medici raccomandassero sempre ai loro assistiti di bere molti liquidi. Meglio se acqua. Lo studio è stato finanziato dal National Institutes of health.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!