Troppi nutrizionisti in Italia s…

Sei laureato in Scienze e…

Fibrosi cistica: ricercatori pre…

[caption id="attachment_1…

Nuovi farmaci per contrastare la…

[caption id="attachme…

La carenza di iodio nella dieta …

Uno studio dell’Osservato…

Nobel 2014 Medicina e coniugi Mo…

I coniugi norvegesi Edvar…

Epatite C: Egitto detiene il rec…

L'Italia a capo della squ…

La sorpresa di Pasqua non può es…

Roma, 30 marzo 2015 - - “…

Colite ulcerosa: identificata un…

[caption id="attachment_8…

E’' in gioco il ruolo del farmac…

Roma, 25 luglio 2012 - “L…

L'ambiente che ammala: malattie …

Roma, 8 luglio 2014 – Dal…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Fibromialgia: terapia psicologica allevia dolori

Un intervento psicologico riduce la disabilita’ e la depressione negli adolescenti con fibromialgia. La terapia cognitivo-comportamentale e’ un trattamento sicuro ed efficace per la fibromialgia giovanile.

Si tratta della CBT, la terapia cognitivo-comportamentale che riduce la disabilita’ funzionale e i sintomi depressivi negli adolescenti con fibromialgia giovanile. L’intervento psicologico si e’ rivelato sicuro ed efficace. I risultati completi dello studio della Divisione di Medicina Comportamentale e Psicologia Clinica dell’Ospedale dei bambini di Cincinnati in Ohio sono stati pubblicati sulla rivista Arthritis & Rheumatism dell’American College of Rheumatology (ACR). La sindrome di fibromialgia colpisce dal 2 al 7 per cento dei bambini in eta’ scolare. La malattia provoca dolore diffuso ai muscoli e alle ossa, affaticamento, disturbi del sonno e dell’umore.

Partendo dalla premessa che i giovani pazienti con fibromialgia sono appesantiti oltre che dai sintomi della malattia, anche da una imponente disabilita’ sociale ed emotiva. Gli studiosi hanno reclutato 114 adolescenti di eta’ compresa tra gli 11 e i 18 anni con diagnosi di fibromialgia giovanile per uno studio condotto in quattro centri di reumatologia pediatrica tra il 2005 e il 2009. Alcuni pazienti sono stati sottoposti a terapia cognitivo-comportamentale e altri alla sola educazione terapeutica. I partecipanti sottoposti lla terapia cognitivo-comportamentale, hanno riportato una riduzione significativamente maggiore nella disabilita’ funzionale rispetto a quelli trattati esclusivamente con gli esercici contro la fibromalgia: un miglioramento del 37 per cento della disabilita’ contro il 12 per cento, in particolare riguardo all’abbattimento dei sintomi depressivi che avevano un riscontro positivo anche sul dolore .

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x