Dislessia: il punto sul trattame…

Un articolo pubblicato su…

Nuove opportunità terapeutiche n…

Se ne discute al Workshop…

E. coli e Pneumococco: scienziat…

Scienziati scoprono il pu…

“L’incanto a Teatro” Oggetti e a…

Dopo il grande successo d…

Odon Device in sala parto, per r…

Rivoluzione in sala parto…

Ciccia ad ali di farfalla, ecco …

Una ridondanza assolutame…

Morbo di Parkinson: scoperta una…

Una proteina chiamata alf…

Mieloma multiplo: scoperta radic…

I geni di una persona po…

Giornata Mondiale dell’Alzheimer…

Roma, 16 settembre 2014 –…

Ictus: maggiori rischi se si han…

Secondo una ricerca svede…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Benda biotech per ferite, che aiuta la rivascolarizzazione

– E’ simile a un ”francobollo” la nuova benda biotech realizzata da un team di ricercatori americani – gruppo dell’Illinois – che permette di riparare i tessuti danneggiati grazie ad un mix di cellule viventi e fattori nutritivi.

Il ”timbro vascolare”, che sara’ descritto nel prossimo numero di gennaio della rivista Advanced Materials, crea un disegno sottocutaneo dei vasi sanguigni e ne stimola la crescita.


Dopo una settimana, dicono gli autori della ricerca, il tatuaggio ”e’ scritto nei vasi sanguigni”. Lo speciale cerotto-francobollo misura un centimetro, e’ costituito da strati di idrogel e ha una struttura porosa che permette alle molecole di attraversarlo, distribuendosi attraverso micro-canali che fanno da guida ai nuovi vasi sanguigni.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x