Alzheimer: ricerca preliminare d…

Il litio, una sostanza co…

L'FDA inizia le valutazioni dell…

[caption id="attachment_8…

Il testosterone ci rende più one…

Il testosterone è respons…

Una scoperta avvicina ad un vacc…

[caption id="attachment_5…

Nasce FarmacistaPiù, l’assise an…

Roma, 17 dicembre 2013 - …

Morbo di Crohn: duecento mila it…

Sono 200 mila gli italian…

Correlazione tra schizofrenia e …

La schizofrenia è una mal…

Biovetro per riparare le ossa

Le ossa hanno una sorpr…

Stipsi Cronica: il primo riferim…

Focus sulla patologia i…

Flora intestinale: il futuro la …

Il futuro della corretta …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Benda biotech per ferite, che aiuta la rivascolarizzazione

– E’ simile a un ”francobollo” la nuova benda biotech realizzata da un team di ricercatori americani – gruppo dell’Illinois – che permette di riparare i tessuti danneggiati grazie ad un mix di cellule viventi e fattori nutritivi.

Il ”timbro vascolare”, che sara’ descritto nel prossimo numero di gennaio della rivista Advanced Materials, crea un disegno sottocutaneo dei vasi sanguigni e ne stimola la crescita.


Dopo una settimana, dicono gli autori della ricerca, il tatuaggio ”e’ scritto nei vasi sanguigni”. Lo speciale cerotto-francobollo misura un centimetro, e’ costituito da strati di idrogel e ha una struttura porosa che permette alle molecole di attraversarlo, distribuendosi attraverso micro-canali che fanno da guida ai nuovi vasi sanguigni.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi