Radioterapia ultrarapida: Umbert…

[caption id="attachment_6…

Malattia da reflusso gastro esof…

Le cause, i meccanismi e …

Broccoli anti-cancro, ma collabo…

[caption id="attachment_…

Sindrome di Cushing: arriva farm…

Si chiama Pasireotide il…

Obesita': sono i fattori ambient…

[caption id="attachment_1…

CONTRACCEZIONE ORMONALE, LA SIC…

L’appello della Società I…

Ridere aiuta la memoria, lo stre…

UNA RISATA ci salverà, pe…

Malaria: farmaci chemioterapici …

Una squadra di ricercator…

Cancro al seno: la proteina p53 …

[caption id="attachment_5…

Screening in piazza con prelievo…

Una malattia che nel mond…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Benda biotech per ferite, che aiuta la rivascolarizzazione

– E’ simile a un ”francobollo” la nuova benda biotech realizzata da un team di ricercatori americani – gruppo dell’Illinois – che permette di riparare i tessuti danneggiati grazie ad un mix di cellule viventi e fattori nutritivi.

Il ”timbro vascolare”, che sara’ descritto nel prossimo numero di gennaio della rivista Advanced Materials, crea un disegno sottocutaneo dei vasi sanguigni e ne stimola la crescita.


Dopo una settimana, dicono gli autori della ricerca, il tatuaggio ”e’ scritto nei vasi sanguigni”. Lo speciale cerotto-francobollo misura un centimetro, e’ costituito da strati di idrogel e ha una struttura porosa che permette alle molecole di attraversarlo, distribuendosi attraverso micro-canali che fanno da guida ai nuovi vasi sanguigni.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi