Tumori: provocati uno su 40 da e…

In almeno un caso su 40 i…

Le sigarette veicolano ceppi bat…

Le sigarette sono "ampiam…

Tumore ovarico, i poteri di miR-…

Nei casi di tumore ovaric…

Lipoproteina: si aggiunge alla l…

[caption id="attachment_6…

Trapianto di polmone da donatore…

Primo trapianto in Italia…

Il melanoma diagnosticato con un…

[caption id="attachment_9…

L'Alzheimer, si "tramanda" da ne…

Le proteine 'tossiche' al…

Visite ai malati non-stop e repa…

  Oltre a curare al megli…

Un gene alla regia del vivere sa…

[caption id="attachment_5…

Le lesioni parziali del midollo:…

Imparare a controllare i …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Benda biotech per ferite, che aiuta la rivascolarizzazione

– E’ simile a un ”francobollo” la nuova benda biotech realizzata da un team di ricercatori americani – gruppo dell’Illinois – che permette di riparare i tessuti danneggiati grazie ad un mix di cellule viventi e fattori nutritivi.

Il ”timbro vascolare”, che sara’ descritto nel prossimo numero di gennaio della rivista Advanced Materials, crea un disegno sottocutaneo dei vasi sanguigni e ne stimola la crescita.

Dopo una settimana, dicono gli autori della ricerca, il tatuaggio ”e’ scritto nei vasi sanguigni”. Lo speciale cerotto-francobollo misura un centimetro, e’ costituito da strati di idrogel e ha una struttura porosa che permette alle molecole di attraversarlo, distribuendosi attraverso micro-canali che fanno da guida ai nuovi vasi sanguigni.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!