Indice glicemico e rischio patol…

[caption id="attachment_7…

Trapianto di fegato: un modello …

Ricercatori dell'universi…

Liposuzione: un anno e il grasso…

Forse e' triste saperlo p…

Big Pharma, il cento per cento d…

I settori principali sono…

Biologia: un approccio ancora pi…

A volte è necessario avvi…

Diabete: due pasti abbondanti me…

Due pasti grandi e abbond…

Dolore: Guido Fanelli nominato …

L’esperienza e le compete…

Dolore cronico: siglata una nuov…

I rappresentanti dell’ass…

Trapianti dal 2013 grazie ad ani…

Un trial clinico di trapi…

Pediatria: allarme obesità, un b…

In Italia un bambino su …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Mappare genoma piante officinali per sviluppo nuovi farmaci

I ricercatori del Medicinal Plant Consortium (MPC) hanno svelato le caratteristiche genetiche che conferiscono alle piante medicinali le loro proprieta’ farmacologiche.

I dati raccolti derivano dalla mappatura genetica e biochimica di 14 specie vegetali che producono composti di interesse farmaceutico. ”l nostro obiettivo principale – spiega Joe Chappell, coordinatore dell’MPC – e’ stato catturare l’impronta genetica delle piante per migliorare l’identificazione e lo sviluppo dei farmaci”.


Le nuove conoscenze cosi’ acquisite permetteranno sia di sviluppare piante dotate di altre proprieta’ farmacologiche, sia di ingegnerizzare le specie note per produrre maggiori quantita’ di molecole medicalmente utili.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
vianmasci

E’ possibile sapere dall’inserzionaista quali sono le 14 specie vegetali che producono composti di interesse farmaceutico di cui si è riusciti a catturare l’impronta genetica? Bisogna riconoscere che così riportata la notizia, pur interessante, è abbastanza generica. Grazie. Cordiali saluti.

Archivi

2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x