SIN per la Sclerosi multipla: gr…

SM e gravidanza: da una r…

Farmacie rurali: gli emendamenti…

Roma, 7dicembre. “Spiace …

Epatite C: sono un milione i cas…

Nuovi farmaci, ingenti c…

Aumentano i casi di TBC farmacor…

Trovato un allarmante num…

Longevità: sono i telomeri a det…

Una  ricerca sul diamante…

Helibacter pylori: parte lo stud…

Un vaccino a base di zucc…

Diabete: scoperto interruttore m…

[caption id="attachment_8…

1 aprile 2016: SECONDA GIORNATA…

Torna la 2° edizione dell…

Il vino rosso alleato del cuore.…

[caption id="attachment_5…

Cardiologia: arriva il primo ste…

Arriva anche in Italia il…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Mappare genoma piante officinali per sviluppo nuovi farmaci

I ricercatori del Medicinal Plant Consortium (MPC) hanno svelato le caratteristiche genetiche che conferiscono alle piante medicinali le loro proprieta’ farmacologiche.

I dati raccolti derivano dalla mappatura genetica e biochimica di 14 specie vegetali che producono composti di interesse farmaceutico. ”l nostro obiettivo principale – spiega Joe Chappell, coordinatore dell’MPC – e’ stato catturare l’impronta genetica delle piante per migliorare l’identificazione e lo sviluppo dei farmaci”.

Le nuove conoscenze cosi’ acquisite permetteranno sia di sviluppare piante dotate di altre proprieta’ farmacologiche, sia di ingegnerizzare le specie note per produrre maggiori quantita’ di molecole medicalmente utili.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!