Incontro Balduzzi-Mele: i pediat…

Il Ministro conferma: non…

Il colesterolo "brutto" e le imp…

Il rischio di malattie ca…

DNA sintetico alternativo: l'XNA

Per la prima volta si è r…

Schizofrenia e collegamento con …

Un gruppo di scienziati d…

Medicinali Omeopatici: in cresci…

Milano, 29 ottobre 2013 –…

HIV: la genetica potrebbe offrir…

[caption id="attachment_8…

Calvizie: un supplemento di vita…

[caption id="attachment_5…

Merck Serono presenta nuovi dati…

Ginevra, Svizzera, 2 magg…

Differenza intraspecifica non so…

[caption id="attachment_6…

Il meccanismo di azione dei farm…

[caption id="attachment_8…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Contro i batteri l’organismo si difende costruendo gabbie di proteine

L’organismo umano puo’ contrastare le infezione rinchiudendo i batteri in vere e proprie gabbie.

Lo dimostra uno studio presentato da Pascale Cossart dell’Institut Pasteur di Parigi (Francia) al convegno annuale dell’American Society for Cell Biology di Denver (Stati Uniti). Cossart e colleghi hanno scoperto che quando il batterio Shigella – responsabile di forme di dissenteria anche letali – cerca di infettare nuove cellule viene prodotto TNF-alfa, una molecola che fa si’ che le septine circondino il batterio, rinchiudendolo come in una gabbia, interferendo con l’infezione e promuovendo la morte del microbo.

La scoperta, spiegano i ricercatori, apre la strada allo sviluppo di nuove terapie sia contro la dissenteria, sia contro altre patologie in cui sono coinvolte le septine come la leucemia, il cancro al colon e le malattie neurodegenerative.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!