Tessuto adiposo di fianchi, glut…

[caption id="attachme…

HIV: studio dimostra dove il vir…

Identificata la regione d…

Vent’anni dei farmaci equivalent…

4 miliardi di risparmi da…

Depressione: livelli di folato e…

Scarsi livelli di vitamin…

Carenza di ferro e anemia: nel m…

Diete sbagliate e disturb…

Cancro orale, presto test della …

Presto sara' sviluppato u…

Dieta ipo-proteica per chi soffr…

Una dieta ipoproteica puo…

Linfoma periferico a cellule T: …

[caption id="attachme…

A Valenza una giornata di inform…

Mercoledì 13 aprile, a Va…

Quando il cervello viene salvato…

Ridurre la temperatura co…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

EPO: rischio aumento pressione a livello cerebrale

L’uso dell’eritropoietina (Epo) puo’ aumentare la costrizione dei vasi sanguigni nel cervello e ridurre l’afflusso di sangue, determinando un aumento della pressione a livello cranico.

A rivelarlo e’ uno studio pubblicato su Faseb Journal da un gruppo di studiosi dell’Universita’ di Zurigo (Svizzera). Lo studio e’ stato condotto su due gruppi di uomini sani a cui sono state somministrate, per un periodo di 13 settimane, delle dosi di eritropoietina in modo cronico o occasionale.

Dall’analisi della reattivita’ dei vasi cerebrali a riposo e durante sforzi fisici i ricercatori hanno rilevato che, sia nel caso della somministrazione cronica che della somministrazione occasionale, si evidenziava un restringimento dei vasi sanguigni cerebrali con conseguente aumento della pressione arteriosa cerebrale.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!