Radioterapia: piccole dosi in gr…

Grazie a una sperimentazi…

Un terzo delle donne con vescica…

[caption id="attachment_9…

Disfunzione erettile: parte la c…

In Italia ne soffrono 3 m…

Epatite C: prossima definitiva c…

''Nei prossimi anni conti…

Staminali contro Sclerosi multip…

[caption id="attachment_7…

29 OTTOBRE 2012 VIII GIORNATA MO…

 Allarme ictus - incremen…

Chip terapeutici, che si dissolv…

Costruiti con componenti …

L'impulso della vista nell'Idra,…

[caption id="attachment_6…

Cellule staminali: in arrivo una…

Nuovi farmaci, frutto del…

Anche 'in vitro' gli embrioni va…

[caption id="attachment_5…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

EPO: rischio aumento pressione a livello cerebrale

L’uso dell’eritropoietina (Epo) puo’ aumentare la costrizione dei vasi sanguigni nel cervello e ridurre l’afflusso di sangue, determinando un aumento della pressione a livello cranico.

A rivelarlo e’ uno studio pubblicato su Faseb Journal da un gruppo di studiosi dell’Universita’ di Zurigo (Svizzera). Lo studio e’ stato condotto su due gruppi di uomini sani a cui sono state somministrate, per un periodo di 13 settimane, delle dosi di eritropoietina in modo cronico o occasionale.


Dall’analisi della reattivita’ dei vasi cerebrali a riposo e durante sforzi fisici i ricercatori hanno rilevato che, sia nel caso della somministrazione cronica che della somministrazione occasionale, si evidenziava un restringimento dei vasi sanguigni cerebrali con conseguente aumento della pressione arteriosa cerebrale.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi