Vaccino anti-alzheimer: a giorni…

[caption id="attachment_7…

Proteine recettore influiscono s…

[caption id="attachme…

Prostatectomia: non prolunga la …

La prostatectomia, la rim…

Vaccino anti-pneumococco 23 vale…

Il vaccino antipneumococc…

Cure oncologiche e palliative va…

La Società europea di onc…

L’American Society of Clinical O…

L’American Society of Cli…

DL Liberalizzazioni: una scelta …

L’obbligo di indicare nel…

Urologia: per gli uomini si cons…

Appello degli urologi agl…

Obesità: metabolismo riceve meno…

L'alterazione dei livelli…

BRAVE Awards 2012: Il programma…

I caregivers[*] non profe…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

EPO: rischio aumento pressione a livello cerebrale

L’uso dell’eritropoietina (Epo) puo’ aumentare la costrizione dei vasi sanguigni nel cervello e ridurre l’afflusso di sangue, determinando un aumento della pressione a livello cranico.

A rivelarlo e’ uno studio pubblicato su Faseb Journal da un gruppo di studiosi dell’Universita’ di Zurigo (Svizzera). Lo studio e’ stato condotto su due gruppi di uomini sani a cui sono state somministrate, per un periodo di 13 settimane, delle dosi di eritropoietina in modo cronico o occasionale.


Dall’analisi della reattivita’ dei vasi cerebrali a riposo e durante sforzi fisici i ricercatori hanno rilevato che, sia nel caso della somministrazione cronica che della somministrazione occasionale, si evidenziava un restringimento dei vasi sanguigni cerebrali con conseguente aumento della pressione arteriosa cerebrale.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi