Legge 40 e diagnosi preimpianto:…

La Corte europea dei diri…

Gastroenterite: aumentano negli …

Aumenta il numero di pers…

Obesità: dimagrire con farmaco a…

La saliva del mostro di …

'Merenda con il leone': sensibil…

ALL’OSPEDALE SACCO SI FA …

Scoperto un processo chiave dell…

[caption id="attachme…

Zero casi di meningite: un obiet…

Soglie di copertura vacci…

Convulsioni dovute ad anestetici…

Una nuova ricerca ha iden…

TRAUMA SPINALE, SCOPERTA ITALIA…

Milano, 15 Giugno 2009 …

Chili di troppo che si ereditano…

I chili di troppo si ered…

Trapianto cardiaco: nuovo test d…

Prevedere con netto antic…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Malaria: alcuni batteri presenti sulla pelle possono interferire con la trasmissione parassita-ospite

Le persone con limitata varieta’ di batteri sulla propria pelle risultano piu’ ”allettanti” per le zanzare anofele, quelle responsabili della trasmissione della malaria: a sostenerlo sono un gruppo di ricercatori diretti da Niels Verhulst della Wageningen University (Paesi Bassi) in uno studio pubblicato su PlosOne.

La differenza, spiegano i ricercatori, risiederebbe nella diversita’ dei batteri ospitati sulla cute: le persone che ospitano una varieta’ maggiore di microrganismi hanno infatti piu’ possibilita’ di presentare, tra questi, particolari batteri che emettono dei composti in grado di interferire con l’attrazione che le zanzare anofele hanno per la pelle umana, rendendo questi stessi individui meno esposti al contagio. Questa scoperta, concludono gli studiosi, potrebbe portare allo sviluppo di metodi personalizzati per la prevenzione della malaria.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!