Tumore della prostata: il sulfor…

Una molecola contenuta ne…

L’Azienda Ospedaliera San Camill…

Roma, 9 settembre 2010 – …

Cervello ed intelligenza coniati…

Un'ampia collaborazione i…

Italiani in USA scoprono protein…

[caption id="attachment_2…

Congresso Unificato Salute ripro…

Quattrocento esperti dell…

Merck Serono completa l'arruolam…

Merck Serono completa l…

La seconda vita di Sildenafil: m…

Dopo il lancio di Sildena…

Morbo di Parkinson: il semplice …

Un nuovo studio mostra co…

Da Forli' in avanti il tumore al…

[caption id="attachment_5…

Congresso AASLD - COMUNICATO BOE…

Il trattamento+ orale per…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Malaria: alcuni batteri presenti sulla pelle possono interferire con la trasmissione parassita-ospite

Le persone con limitata varieta’ di batteri sulla propria pelle risultano piu’ ”allettanti” per le zanzare anofele, quelle responsabili della trasmissione della malaria: a sostenerlo sono un gruppo di ricercatori diretti da Niels Verhulst della Wageningen University (Paesi Bassi) in uno studio pubblicato su PlosOne.

La differenza, spiegano i ricercatori, risiederebbe nella diversita’ dei batteri ospitati sulla cute: le persone che ospitano una varieta’ maggiore di microrganismi hanno infatti piu’ possibilita’ di presentare, tra questi, particolari batteri che emettono dei composti in grado di interferire con l’attrazione che le zanzare anofele hanno per la pelle umana, rendendo questi stessi individui meno esposti al contagio. Questa scoperta, concludono gli studiosi, potrebbe portare allo sviluppo di metodi personalizzati per la prevenzione della malaria.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi