Villa Betania presenta il proget…

VILLA BETANIA A SALUTEXPO…

La sindrome della vescica iperat…

In Italia sono oltre 3 m…

Pomodoro in pillole...? Meglio a…

[caption id="attachment_1…

Scompenso cardiaco: l'Universita…

Sono stati scoperti i mec…

Un nuovo strumento per parlare d…

Bari, 22 novembre 2013 – …

Dal Congresso Co.r.te.: con Bion…

Studio dell’equipe del pr…

Agenda per la prevenzione cardio…

Mangiar bene fa bene alla…

Cellule tumorali morenti usano l…

La proteina chiamata PARC…

Hantavirus: sviluppato un vaccin…

Prodotto per la prima vol…

L'invecchiamento è collegato al …

L'invecchiamento è una pa…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Zucchero e selenio amici del cuore: nuovo alimento-proposta che arriva da Melbourne

Roma, 30 dic – Zuccheri contro le malattie al cuore: e’ questa la proposta di Corin Storkey e Carl Schiesser dell’Universita’ di Melbourne (Australia), che insieme a Michael Davies dell’Heart Research Institute di Sydney (Australia) hanno messo a punto un nuovo prodotto per la prevenzione dei disturbi cardiaci formato da zucchero e selenio.

Dopo la pubblicazione della notizia su Chemical Communications, rivista della Royal Society of Chemistry, il composto e’ stato sottoposto a domanda di brevetto internazionale. Questo rimedio, ha spiegato Schiesser, agisce eliminando gli acidi ipoalosi, un gruppo di composti che possono danneggiare i tessuti.


In effetti, prosegue lo scienziato, un aumento dei livelli dell’enzima responsabile della produzione di queste molecole e’ uno dei fattori predittivi dello sviluppo di disturbi cardiaci. In particolare, i ricercatori hanno scoperto che i composti a base di zucchero e selenio impediscono agli acidi ipoalosi di danneggiare importanti aminoacidi presenti nel plasma umano. Questa attivita’ e’ un passaggio fondamentale per bloccare lo sviluppo delle malattie al cuore. ”Mary Poppins aveva ragione a dire: basta un poco di zucchero e la pillola va giu”’, ha commentato Storkey. Ora i ricercatori stanno lavorando all’ottimizzazione dei composti per una futura applicazione farmaceutica.
Salute – ASCA

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi