Paracetamolo: le complicanze che…

Fare ricorso al paracetam…

Tumori: il tamoxifene ed effetti…

[caption id="attachme…

Osteoporosi: la celiachia aument…

[caption id="attachme…

L'alcol "al femminile" è più spi…

Le donne che assumono bev…

L’Umbria all’avanguardia nella p…

Sabato 14 febbraio parte …

Tumori: in GB, medico di famigli…

Due terzi degli adolescen…

Un gene causa la fragilità ossea

C'e' un gene fra le cause…

Cura, femminile plurale. Donne p…

Un incontro multidiscipli…

Virus: scoperta una proteina che…

- I virus che entrano nel…

Dipendenze e droghe: quando il c…

Secondo lo studio, i comp…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Farmaci di uso comune potrebbero essere causa di alterazione pressione sanguigna

Gli antidolorifici come l’ibuprofene possono aumentare la pressione sanguigna. Non solo. Stando alla ricerca della Tel Aviv University of Medicine, i contraccettivi orali, gli antidepressivi, gli anti-infiammatori, e alcuni antibiotici, oltre agli analgesici, possono causare ipertensione, ma sia i pazienti che i medici sono pericolosamente disinformati.

Lo studio, pubblicato sull’American Journal of Medicine, sottolinea che e’ ben noto che l’alta pressione sia un effetto collaterale di molti di questi farmaci, ma il personale medico non sempre ne tiene conto nelle terapie che propone e non informa i pazienti dei rischi potenziali associati a questi farmaci. “E’ responsabilita’ del medico valutare le opzioni di trattamento. Molti medici non ne tengono conto, e alcuni non ne sono nemmeno informati”, ha dichiarato Ehud Grossman, autore della ricerca.

Archivi