Test genetico per misurare incid…

[caption id="attachment_5…

Fumo passivo raddoppia i ricover…

Vivere in una casa dove s…

Individuate nello spazio due nuo…

[caption id="attachment_1…

Mirtilli: validi contro infezion…

Potere antinfettivo per…

Infarti ed ictus: nuove prospett…

Ricorrendo a specifici an…

Malattie Sessualmente Trasmesse …

L’allarme lanciato da SIT…

Dal CHMP una misura di cautela …

Roma, 26 gennaio 2015 - I…

E. coli: il 'killer' potrebbe av…

Su una superficie di rame…

Malattie coronariche: diagnosi m…

La risonanza magnetica pe…

Smettendo di fumare il cuore tor…

Quando si smette di fum…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Prostatectomia: non prolunga la vita del paziente rispetto al non farla

La prostatectomia, la rimozione chirurgica della prostata, l’intervento piu’ comune nel caso di tumore della ghiandola, e’ sostanzialmente inutile in quando non prolunga la vita del paziente rispetto al non fare nulla.

E’ quanto emerge da uno studio (Prostate Intervention Versus Observation Trial) guidato da Timothy Wilt.

La ricerca e’ iniziato nel 1994 e ha preso in considerazione 731 uomini affetti da tumore alla prostata ed ha dimostrato che quanti si erano sottoposti all’intervento di prostatectomia hanno avuto meno del 3% di benefici in termini di tempo di sopravvivenza rispetto a quanti non avevano subito l’operazione. I ricercatori hanno seguito i pazienti per un totale di 12 anni. La ricerca e’ stata presentata ad un congresso di urologi a Parigi a febbraio ed e’ stato accolto, riferisce il britannico ‘The Independent’, da un attonito silenzio perche’ mette in dubbio l’efficacia della soluzione tipo al cancro alla prostata, la forma tumorale piu’ comune tra gli uomini.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi