Sindrome del cromosoma X fragile…

Ricercatori dell'Univ…

Ricerca medica avanzata in linea…

[caption id="attachment_6…

La cura del diabete con le stami…

Staminali come fabbr…

Emergenza Ebola in Guinea (59 mo…

"E' ebola". La conferma a…

HIV: cronologia di una lunga ric…

[caption id="attachment_3…

Ovuli e spermatozoi creati proge…

La cellula 'madre' che dà…

Proteine di trasporto: novita' e…

[caption id="attachment_7…

Dieta mediterranea salvaguarda s…

Seguire la dieta mediterr…

Epatite C: in Italia sono 1,5 mi…

L'Epatite C e' la prima …

La teoria dei neuroni che gestis…

Il nuovo studio ha anche …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Tumori: la sostanza più cancerogena è l’arsenico

L’arsenico e’ capace non solo di causare il cancro, ma anche di inviare segnali alle cellule staminali circostanti e trasformarle in cellule maligne.

E’ quanto rivela una nuova ricerca del National Institute of Environmental Health Sciences a Research Triangle Park, North Carolina, negli Stati Uniti.

I ricercatori, che hanno pubblicato le loro scoperte sulla rivista Environmental Health Perspectives, hanno notato che i tumori scatenati dall’arsenico presentano un numero di cellule staminali cancerose superiore alla norma. “L’arsenico ha un effetto doppio sulle cellule”, ha detto Michael Waalkes, a capo dello studio. “Dopo aver indotto il cancro con l’arsenico in alcune cellule coltivate, anche le cellule vicine che non erano entrate in contatto con l’arsenico si trasformavano in staminali maligne nell’arco di 3 settimane.
Cio’ e’ probabilmente dovuto ad alcune molecole segnale come l’interleukina-6”.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi