Risultati aggiornati di Fase III…

· darucizumab ha inattiva…

Le lesioni parziali del midollo:…

Imparare a controllare i …

Stipsi cronica: una malattia che…

Presentati a Milano i r…

Gel a DNA che simula i muscoli

Alcuni ricercatori americ…

Varianti genetiche definiscono l…

[caption id="attachment_6…

Merck Serono S.p.A. destina 1,2 …

·       L’investimento te…

Malattie rare mitocondriali: arr…

Sviluppata dal Centro per…

Arterie: scoperto un gene implic…

Gli scienziati del Sa…

Cancro colon: nuovo test esegue …

Un nuovo e non invasivo …

Proteine: il percorso che le por…

Identificato un percorso…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Tumori: la sostanza più cancerogena è l’arsenico

L’arsenico e’ capace non solo di causare il cancro, ma anche di inviare segnali alle cellule staminali circostanti e trasformarle in cellule maligne.

E’ quanto rivela una nuova ricerca del National Institute of Environmental Health Sciences a Research Triangle Park, North Carolina, negli Stati Uniti.

I ricercatori, che hanno pubblicato le loro scoperte sulla rivista Environmental Health Perspectives, hanno notato che i tumori scatenati dall’arsenico presentano un numero di cellule staminali cancerose superiore alla norma. “L’arsenico ha un effetto doppio sulle cellule”, ha detto Michael Waalkes, a capo dello studio. “Dopo aver indotto il cancro con l’arsenico in alcune cellule coltivate, anche le cellule vicine che non erano entrate in contatto con l’arsenico si trasformavano in staminali maligne nell’arco di 3 settimane.
Cio’ e’ probabilmente dovuto ad alcune molecole segnale come l’interleukina-6”.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi