Prezzo basso per il sequenziamen…

[caption id="attachme…

Scoperti nuovi marcatori genetic…

[caption id="attachme…

Risolta la struttura del coleste…

La struttura del colester…

Malaria: nuova tecnica per preve…

Una nuova tecnica di prec…

Tumori e alimentazione: le propr…

[caption id="attachment_5…

Nuovi biomarcatori per una diagn…

[caption id="attachment_7…

L'ormone ossitocina: stimola l'a…

L'ossitocina, ormone resp…

CANCRO: LA "METFORMINA" RIVOLUZI…

[caption id="attachment_1…

Cancro: nuove varianti genetiche…

Una maxi ricerca intern…

(Salute 24) Ipertiroidismo o ipo…

Estate, una stagione …

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Tumori: la sostanza più cancerogena è l’arsenico

L’arsenico e’ capace non solo di causare il cancro, ma anche di inviare segnali alle cellule staminali circostanti e trasformarle in cellule maligne.

E’ quanto rivela una nuova ricerca del National Institute of Environmental Health Sciences a Research Triangle Park, North Carolina, negli Stati Uniti.

I ricercatori, che hanno pubblicato le loro scoperte sulla rivista Environmental Health Perspectives, hanno notato che i tumori scatenati dall’arsenico presentano un numero di cellule staminali cancerose superiore alla norma. “L’arsenico ha un effetto doppio sulle cellule”, ha detto Michael Waalkes, a capo dello studio. “Dopo aver indotto il cancro con l’arsenico in alcune cellule coltivate, anche le cellule vicine che non erano entrate in contatto con l’arsenico si trasformavano in staminali maligne nell’arco di 3 settimane.
Cio’ e’ probabilmente dovuto ad alcune molecole segnale come l’interleukina-6”.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!