Virus H7N9 mutato: ora, resisten…

Il ceppo cinese del virus…

Gel anti-HIV per le donne, avant…

Il preparato ha prevenuto…

Obesità: arriva pacemaker che st…

Un sistema intelligente p…

Disponibile anche in Italia lina…

In vigore il provvedim…

Tumori del colon-retto: identifi…

Identificate le molecole …

Scoperto un nuovo fattore di ris…

[caption id="attachment_5…

Scoperto il 'turbo' molecolare c…

[caption id="attachment_5…

AIDS: crescono di un terzo i cas…

Negli ultimi dieci anni e…

Cancro alle ovaie e fumo: scoper…

Ricercatori britannici sc…

Fecondazione assistita: sono 5 m…

Sono arrivati a quota 5 m…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

150 convegni in tutta Italia per far conoscere agli anziani il “farmaco generico”

Assogenerici, al via la campagna d’informazione sui farmaci equivalenti 

Roma, 18 maggio 2012 – “Ogni volta che si creano occasioni per un incontro diretto con i cittadini, che si tratti del rapporto tra paziente e farmacista o di una manifestazione pubblica, con lo scambio di informazioni e la possibilità di dare risposte precise a domande puntuali, si è sempre riusciti a fugare luoghi comuni e leggende metropolitane sul farmaco equivalente. Con la collaborazione di FederAnziani sono certo che faremo una reale opera di educazione sanitaria, non tanto a sostegno di un settore dell’industria farmaceutica, pure strategico, ma a vantaggio della sostenibilità del servizio sanitario”. Giorgio Foresti, presidente di AssoGenerici introduce così la campagna d’informazione di AssoGenerici dedicata ai farmaci equivalenti, realizzata in collaborazione con FederAnziani e con il patrocinio dell’AIFA.


Una serie di incontri nei quali si darà una risposta qualificata e argomentata ad alcune domande fondamentali: che cos’è un farmaco generico-equivalente e in cosa si differenzia da un farmaco “di marca”? Che cosa si intende per bioequivalenza? Chi garantisce la qualità, la sicurezza e l’efficacia di tali farmaci? Quali sono i vantaggi per i cittadini e per il Servizio sanitario nazionale legati all’uso dei farmaci equivalenti?

L’iniziativa, dunque, prevede la realizzazione, all’interno dei centri aderenti a FederAnziani, di 150 convegni su tutto il territorio nazionale, nei quali medici e farmacisti illustreranno il valore e le opportunità che offrono i farmaci equivalenti, nonché le loro caratteristiche e il loro corretto utilizzo. La campagna prevede anche la somministrazione di un questionario volto a sondare il livello di conoscenza, di utilizzo, e la percezione del farmaco equivalente presso la popolazione anziana.

“In questo modo – ha dichiarato il Presidente di FederAnziani Roberto Messina – ci proponiamo di favorire la diffusione di una chiara ed ampia informazione sui farmaci equivalenti e sul loro corretto utilizzo, in modo da sensibilizzare la popolazione anziana, spesso disinformata e disorientata, sulle scelte più corrette per preservare la propria salute”

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi