“Il dolore ha bisogno di cultura…

Informare i cittadini pie…

Acqua di rete: un milione di ita…

Arsenico e altre sostanze…

3.9 MILIONI DI BENEFICIARI IN EU…

27 Maggio 2013 - Oggi il …

Arriva in Italia Genadis: l’inte…

·         L…

Smettere di fumare e' un traguar…

[caption id="attachment_5…

Obesità: a Milano la soluzione c…

Presso l’IRCCS Multimedic…

Riaprono le scuole: allarme sull…

30% i bambini in sovrappe…

Colesterolo sotto controllo da g…

Anche i teenager e i giov…

Cellule Staminali trapiantate sa…

Le cellule sono state usa…

I farmacisti italiani augurano b…

Roma 29 aprile 2013.  “ A…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Tumori: tracciati i rischi delle radiazioni di basso livello

Esplorati in un complesso studio multidisciplinare i rischi delle radiazioni di basso livello.

E’ quanto contenuto in un numero speciale del Bulletin of the Atomic Scientists pubblicato da Sage. Gli effetti delle radiazioni di basso livello, soprattutto all’indomani del disastro della centrale nucleare di Fukushima, e la ‘linear non-threshold theory’ (LNT, teoria della soglia non lineare) sono al centro del dibattito della comunita’ scientifica internazionale e oggi questo studio offre i piu’ recenti risultati anche in tema di rischi legati al cancro.

Tanti gli interventi, tra cui quello di Jan Beyea, fisico nucleare, che analizza grandi studi epidemiologici che riguardano le esposizioni protratte nel tempo. Il sociologo Paul Slovic ha aggiornato il suo lavoro dedicato alla “percezione del gap” tra esperti e opinione pubblica generale sui rischi per la salute legati a sorgenti di radiazioni. Roger Kasperson, un altro scienziato sociale, ha scritto sulle modalita’ con cui individui e gruppi sociali amplificano il rischio. Terry Brock e Sami Sherbini della US Nuclear Regulatory Commission hanno esaminato il ruolo che le stime di rischio in merito agli effetti sulla salute svolgono nelle regolamentazioni statali del nucleare

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi