AIRC, Università di Pavia: da 'v…

Vecchi antibiotici ritorn…

Dubbi sulla teoria della protein…

[caption id="attachme…

Scoperto enzima interruttore del…

Alcuni scienziati hanno s…

Controllare i battiti cardiaci t…

[caption id="attachment_8…

Da proteina di medusa possibile …

[caption id="attachment_9…

Melanoma: il gene dei "rossi" ne…

Il pigmento della pel…

Riduzione significativa della pe…

I risultati dello studio …

Fratture vertebrali: a Teramo te…

Presso l’Unità Operativa …

Autismo: la non-comunicazione tr…

[caption id="attachment_3…

Si arriva al farmaco anti-Alzhei…

Dalla scoperta della Mont…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Cellulari e tumore ai testicoli: nessun rischio, nessuna…connessione

Uno studio assolve i telefoni cellulari, almeno per il rischio di tumore al testicolo (e comunque avvertendo che e’ necessario continuare il monitoraggio). Secondo gli esperti della Cooper University, in New Jersey, il fatto che molti uomini siano soliti portare il telefonino acceso in tasca non aumenta i rischi di avere un cancro al testicolo.


Gli autori dello studio, presentato al congresso mondiale di oncologia Asco a Chicago, hanno analizzato i dati di incidenza del tumore al testicolo negli Stati Uniti in 17 anni, dal 1991 al 2008, attraverso il National Cancer Institute. I dati sono stati messi a confronto con i dati degli abbonamenti telefonici, ovviamente solo quelli sottoscritti da uomini. Ne sono venute fuori due tabelle: da una parte l’incremento esponenziale dei possessori di telefonino negli States, che nel 2008 ammontavano all’88,87 per cento della popolazione. Dall’altro l’incidenza del cancro ai testicoli, che si e’ mantenuta abbastanza costante, seppure con contenuti aumenti nella fascia di eta’ 25-34 anni. Incrementi, notano gli scienziati, comunque enormemente minori rispetto al boom della diffusione dei cellulari nell’ultimo ventennio.
Conclusione: “Sulla base dei dati di incidenza, non vi sono prove convincenti di un aumento del rischio di cancro ai testicoli correlato a un uso del telefono cellulare”. Tuttavia, avvertono gli autori dello studio, “dato il possibile lungo intervallo di tempo” tra esposizione al rischio e insorgenza del tumore, “e’ necessario continuare il monitoraggio”.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Garda

Bisognerebbe vedere fino a che punto siano indipendenti gli scienziati coinvolti in questi studi. In tanto in Francia come in Belgio e in Israele non e’ piu’ permesso l’uso dei cordless nelle scuole. Nel frattempo sta crescendo il numero di ragazze giovani col tumore al seno negli Stati Uniti. E’ superfluo dire che l’industria delle telecomunicazioni ha tutta la convenienza a far credere che le radiazioni emesse da questi apparecchi non costituiscono alcun pericolo. Staremo a vedere! Mezzo seccolo fa si diceva che anche l’amianto non era pericoloso.

Archivi

1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x