“Young Against Pain”: 30, giovan…

Roma, 27 Marzo 2014 – Rap…

Melanoma: farmaco offre grandi s…

L’efficacia è risultata a…

Nanoparticelle magnetiche 'frigg…

'Friggere' le cellule tum…

Alzheimer: scoperto meccanismo u…

Identificato un percorso…

“L’HIV non mi riguarda”: 8 itali…

Presentati i risultati de…

Una tazzina extra di caffé al dì…

-Una tazza di caffe' in p…

I macachi, che solidarizzano nel…

La consolazione spontane…

DA APRILE TUTTA L’ITALIA CORRE C…

Fino a luglio saranno 26 …

Solo puntando su generici e bios…

Questo il messaggio cardi…

[Sanitanews] Universita' di Mode…

[caption id="attachme…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Follicoli “sopiti” in soggetti che soffrono di calvizie

I follicoli delle persone che soffrono di calvizie sono intrappolati in una specie di ‘sonno’. Lo hanno scoperto gli scienziati de L’Oreal di Parigi, che hanno presentato i loro risultati di fronte alla Societa’ Europea di Ricerca sul Capello di Barcellona. “Il follicolo si trova come in uno stato dormiente’ che gli impedisce di produrre nuovi capelli. Questa scoperta ci aiutera’ a sviluppare nuovi trattamenti per combattere questo problema”, ha spiegato Bruno Bernard, che ha guidato il gruppo di ricerca.
Secondo gli studiosi, questo periodo di latenza potrebbe essere interrotto fornendo al follicolo gli stimoli giusti, in modo da poterlo riattivare.


I ricercatori hanno individuato due riserve di cellule staminali che aiutano i follicoli a creare nuovi capelli: una sulla superficie della pelle e una in profondita’, negli strati inferiori. Queste ultime cellule, chiamate CD34+, si trovano in un ambiente con poco ossigeno, una condizione che le aiuta a mantenersi in buone condizioni di salute. Secondo i ricercatori, nei calvi si sarebbe verificata una alterazione dei livelli di ossigenazione di queste cellule staminali.
“Abbiamo identificato delle molecole che possono riprodurre le condizioni di ipossia in cui queste cellule funzionano perfettamente. Se iniettate nei follicoli, dovrebbe essere possibile assistere alla crescita di nuovi capelli in breve tempo”, ha detto Bernard.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi