Al Besta messa a punto cura cont…

[caption id="attachment_8…

Italiani sedentari: sovrappeso u…

Sedentari, poco sportivi,…

Cosa fa funzionare i mitocondri

[caption id="attachment_8…

Ricreata in laboratorio l'origin…

[caption id="attachment_6…

Broccoli anti-cancro, ma collabo…

[caption id="attachment_…

Sindrome metabolica: frutta secc…

Le noci e altri tipi di f…

Autismo e schizofrenia condivido…

[caption id="attachment_9…

Il laser di nuova generazione pe…

[caption id="attachment_…

La chiave della 'speciazione' e'…

[caption id="attachment_7…

Disturbo da deficit di attenzion…

È così il vostro bambino?…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Aiuti “di ferro” riducono l’affaticamento nelle donne non anemiche

I supplementi al ferro sono in grado di ridurre l’affaticamento nelle donne non anemiche ma con bassi livelli di ferro nel sangue. Lo rivelano i risultati di un trial clinico pubblicati sul Canadian Medical Association Journal. La riduzione dell’affaticamento media e’ stata del 50 per cento nell’arco di 12 settimane dall’inizio del trial.


“Abbiamo coinvolto 198 donne sotto mestruazioni tra i 18 e 50 con dei livelli di ferritina al di sotto di 50 microgrammi per litro. Queste donne soffrono spesso di affaticamento dovuto al livello di ferro cosi’ basso. Meta’ di loro ha assunto per via orale dei supplementi di 80 mg di solfato di ferro a lungo rilascio, mentre l’altra meta’ ha assunto un placebo” ha spiegato Bernard Favrat dell’ Universita’ di Losanna, Svizzera. “Le donne che hanno assunto i supplementi hanno avuto una riduzione della fatica del 50 per cento, rispetto al 19 per cento di chi aveva assunto un placebo”.AGI – Salute

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x