Gel innovativo in grado di favor…

Un gruppo di ricercatori…

Sindrome da delezione cromosoma …

C'e' una predominanza…

Parte la Prima Edizione del PREM…

Parte la Prima Edizione d…

Prolasso genitale: nuove tecnich…

Dall’ Urologia Ginecologi…

Epilessia e scuola: quanti pregi…

5 maggio 2013 XII GIORNA…

Crisi di coppia: in crociera si …

La migliore soluzione ai …

Il ruolo delle cellule staminali…

Un team europeo di scienz…

Abbronzatura artificiale espone …

Le donne che usano abbron…

Cause di tumore cerebrale nei gi…

[caption id="attachment_1…

Menopausa: una molecola per prot…

Le donne, durante la meno…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Aiuti “di ferro” riducono l’affaticamento nelle donne non anemiche

I supplementi al ferro sono in grado di ridurre l’affaticamento nelle donne non anemiche ma con bassi livelli di ferro nel sangue. Lo rivelano i risultati di un trial clinico pubblicati sul Canadian Medical Association Journal. La riduzione dell’affaticamento media e’ stata del 50 per cento nell’arco di 12 settimane dall’inizio del trial.


“Abbiamo coinvolto 198 donne sotto mestruazioni tra i 18 e 50 con dei livelli di ferritina al di sotto di 50 microgrammi per litro. Queste donne soffrono spesso di affaticamento dovuto al livello di ferro cosi’ basso. Meta’ di loro ha assunto per via orale dei supplementi di 80 mg di solfato di ferro a lungo rilascio, mentre l’altra meta’ ha assunto un placebo” ha spiegato Bernard Favrat dell’ Universita’ di Losanna, Svizzera. “Le donne che hanno assunto i supplementi hanno avuto una riduzione della fatica del 50 per cento, rispetto al 19 per cento di chi aveva assunto un placebo”.AGI – Salute

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!