Il "lato buono del colesterolo" …

Una dieta ricca di colest…

Individuate nello spazio due nuo…

[caption id="attachment_1…

AIDS: si studia nuovo vaccino ch…

Hanno esaminato il modo i…

Dal MIT: nanoparticelle che cont…

[caption id="attachment_5…

Vescica iperattiva: efficace la …

Contro la sindrome de…

Bioprotesi: gel per incollare os…

Creato in Svezia, rende g…

Ipertensione e acido glutammico

[caption id="attachment_1…

Caffè: OK dell'EFSA fino a tre e…

L'ok dell'Efsa, l'Autorit…

IL 7 GIUGNO RIPARTE LA SFIDA AL …

 Milano, 06 Giugno 2014 –…

Cellule 'malate' che sfuggono al…

Le cellule tumorali si ca…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Aspirina riduce possibilità di formazione cancro all’esofago

L’aspirina potrebbe ridurre i rischi legati all’esofago di Barrett, il fattore di rischio piu’ conosciuto associato al cancro all’esofago. L’esofago di Barrett e’ un disturbo in cui le pareti dell’esofago (il canale muscolare che collega la bocca allo stomaco), anziche’ essere costituite da epitelio normale sono fatte di tessuti simili a quelli delle pareti dell’intestino.


La ricerca del Massachusetts General Hospital Institute for Technology Assessment e’ stata pubblicata sulla rivista ”Clinical Gastroenterology and Hepatology”. Gli scienziati hanno analizzato le caratteristiche di 434 pazienti affetti da esofago di Barrett: quelli che prendevano aspirina avevano il 44 per cento in meno di probabilita’ di ammalarsi di cancro all’esofago. Inoltre, gli studiosi hanno scoperto che gli uomini hanno una probabilita’ tre volte superiore alle donne di soffrire di esofago di Barrett.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!