Gel a DNA che simula i muscoli

Alcuni ricercatori americ…

Periodontite: buone nuove per mi…

Dodici milioni di tedesch…

L'utilizzo eccessivo di antibiot…

[caption id="attachme…

Create cellule "difesa" contro A…

Una ricerca dell'Istituto…

Leucemia acuta: l'inibizione di …

Secondo un nuovo studio…

Se chirurgia e medicina sono int…

Si apre giovedì a Milano …

Tumori Testa – Collo: Inaspettat…

Se ne discute a Genova ne…

Disabili.com vince il Premio Int…

Il Premio Giornalistico I…

HIV: scoperto come il virus "att…

Tra le numerose conseguen…

Rigenerazione dei tessuti da cel…

Nuove ricerche della In…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Caffeina e potenziamento muscolare: più forza anche nella terza età

La caffeina aiuta i muscoli ad essere più forti. E’ questo quanto è emerso durante il convegno della Society for Experimental Biology svoltosi nei giorni scorsi a Salisburgo (Austria), durante il quale sono stati presentanti i risultati di uno studio condotto all’Università di Coventry (Regno Unito). La scoperta, che si aggiunge all’effetto della caffeina sulla resistenza muscolare, potrebbe offrire una nuova strategia, basata sull’assunzione di questa sostanza stimolante, per aiutare i muscoli a mantenersi forti anche nella terza età, riducendo, così, il rischio di cadute e di infortuni che possono pregiudicare significativamente la qualità della vita delle persone più anziane.

I ricercatori britannici si sono concentrati proprio sui differenti effetti della caffeina nelle diverse fasi della vita. Per farlo hanno utilizzato come modello due diversi muscoli dei topi, quello del diaframma e l’estensore lungo delle dita, testando le loro prestazioni prima e dopo il trattamento con caffeina. E’ stato, così, scoperto che questa sostanza aumenta soprattutto la forza dei muscoli adulti, mentre il suo effetto sul tessuto muscolare più giovane e ancora in via di sviluppo è inferiore. Anche nella terza età l’effetto registrato è ridotto rispetto a quello ottenibile sui muscoli adulti, ma secondo Jason Tallis, autore principale dello studio, “la caffeina può esercitare ancora benefici che aumentano le performance”.

Sulla base di questi risultati Tallis ha concluso che “data l’importanza di mantenere uno stile di vita attivo per conservare la salute e le capacità funzionali, l’effetto di aumento delle performance della caffeina potrebbe essere benefico nella popolazione che sta invecchiando”.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi