Diabete di tipo 2: gli asparagi …

Nella frittata, nel risot…

Tumore alla prostata: recidiva c…

La valutazione dettagliat…

Testosterone sarà la contraccezi…

[caption id="attachment_5…

Vaccino: tutto quello che bisogn…

Un esperto parla del vacc…

La "sesta base" del DNA e le spe…

Quella che è stata battez…

Scoperto il segreto della 'droga…

[ANSA]Comune a molte form…

Frutti rossi: due o tre porzioni…

Due o tre porzioni di fr…

Malaria: alcuni batteri presenti…

Le persone con limitata v…

Pediatria: no ai mucolitici sott…

La Societa' Italiana di P…

Gravi disturbi del sonno e la re…

[caption id="attachment_8…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Coaguli: dalla GB tecnica “aspirapolvere”, per liberare da ostruzioni presenti sulle autostrade del sangue

Il piccolo Albert Tansey è diventato il primo bambino al mondo ad avere subito una procedura chirurgica che ha ‘aspirato’ il coagulo che bloccava un’arteria del cuore e ripristinato il flusso sanguigno. Una procedura che gli ha salvato la vita. Infatti il bambino inglese era nato con una sindrome del cuore sinistro ipoplasico, un insieme di anomalie cardiache che colpiscono esclusivamente i neonati non permettendo la corretta formazione del cuore. L’intervento è stato portato a termine dal team del Glenfield Hospital di Leicester (Gb).

“La tecnica utilizzata, un intervento coronarico percutaneo, anche se diffusa nel caso di pazienti adulti non era mai stata provata prima su un bambino così piccolo – spiegano i chirurghi al ‘Telegraph’ – ma era l’opzione migliore. Così abbiamo provveduto ad ripulire il coagulo dal cuore. E’ comunque una procedura rischiosa perchè eseguita in anestesia generale e – concludono – se non si riesce ad intervenire in maniera perfetta il paziente rischia anche di morire”.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!