Scienziato italiano scopre fonte…

(ANSA) - Scoperta da uno …

Sonno: esperti consigliano di ca…

Il cuscino andrebbe cambi…

“Influenza svizzera”: per fronte…

La Società Italiana di Pe…

L'ormone LKB1 può combattere il…

[caption id="attachment_1…

Nuovo studio pilota di Fase III …

Rivaroxaban a basse dos…

Un getto di plasma, dal dentista…

[caption id="attachment_5…

Atassia di Friedreich: sembra ef…

Un gruppo di scienziati d…

Urologia: arriva in Italia il QP…

Si chiama ''Quick Prosta…

Vivere 'da faraoni' dopo una rec…

Roma, 18 nov - Gia' le mu…

La Commissione europea approva i…

Si tratta dell’infliximab…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Coaguli: dalla GB tecnica “aspirapolvere”, per liberare da ostruzioni presenti sulle autostrade del sangue

Il piccolo Albert Tansey è diventato il primo bambino al mondo ad avere subito una procedura chirurgica che ha ‘aspirato’ il coagulo che bloccava un’arteria del cuore e ripristinato il flusso sanguigno. Una procedura che gli ha salvato la vita. Infatti il bambino inglese era nato con una sindrome del cuore sinistro ipoplasico, un insieme di anomalie cardiache che colpiscono esclusivamente i neonati non permettendo la corretta formazione del cuore. L’intervento è stato portato a termine dal team del Glenfield Hospital di Leicester (Gb).

“La tecnica utilizzata, un intervento coronarico percutaneo, anche se diffusa nel caso di pazienti adulti non era mai stata provata prima su un bambino così piccolo – spiegano i chirurghi al ‘Telegraph’ – ma era l’opzione migliore. Così abbiamo provveduto ad ripulire il coagulo dal cuore. E’ comunque una procedura rischiosa perchè eseguita in anestesia generale e – concludono – se non si riesce ad intervenire in maniera perfetta il paziente rischia anche di morire”.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi