Glioblastoma: nuova terapia comb…

Una terapia multipla semb…

Febbre dengue: via libera ai vac…

La multinazionale farmace…

Video-pillola per scandagliare l…

Una piccola videocamera …

Statine aiutano a prevenire un s…

[caption id="attachment_8…

Problemi alla tiroide: cambiamen…

Le ferie volgono al term…

Disturbi specifici dell'apprendi…

Busto Arsizio (VA), novem…

Con la app 'Giroclinico' la stor…

Il Policlinico di Milano …

Serono Symposia International Fo…

Serono Symposia Internati…

Dati di uno studio di Fase III d…

Dati di uno studio di Fas…

Sclerosi Multipa: scienziati tro…

[caption id="attachment_1…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Epilessia: uno stimolatore elettrico cerebrale riduce gli attacchi

Uno stimolatore elettrico capace di autoregolarsi ha mostrato di riuscire a ridurre l’entita’ delle crisi epilettiche in alcuni topolini. La ricerca della Rutgers University di Newark, New Jersey, e’ stata pubblicata su ‘Science’. In particolare, i ricercatori si sono concentrati su quel tipo di crisi denominate ‘assenze’, quelle cioe’ in cui chi ne e’ colpito sperimenta una interruzione dello stato di coscienza e sembra assente e insensibile per un breve periodo di tempo (di solito una decina di secondi).


I ricercatori hanno impiantato nel cervello di alcuni ratti un dispositivo che individua i picchi e le onde cerebrali che sono caratteristici delle assenze epilettiche. Successivamente, lo strumento invia delle stimolazioni elettriche che contrastano questa attivita’ neuronale: i risultati hanno mostrato una riduzione della durata delle crisi di circa il 60 per cento. L’apparecchio, che usa elettrodi alimentati da circuiti elettrici ultraleggeri, potrebbe essere impiantato nello scalpo e secondo gli scienziati potrebbe costituire un modo anche esteticamente accettabile di offrire un efficace trattamento terapeutico per il controllo delle crisi epilettiche.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!