Travaglio: induzione prematura m…

L’uso di favorire o ind…

Autismo: imparare a 'leggere' i …

[caption id="attachment_6…

Scarsi livelli di vitamina B1 e …

Gli scienziati avvertono …

Lupus eritematoso sistemico: don…

Presentata a Roma la prim…

Batteri resistenti: sviluppato t…

Sperimentato con successo…

Emofilia: Bayer, nuovo studio cl…

Bayer da' il via ad uno s…

I neuroni prediligono i volti 'p…

Data l'importanza del ric…

Invertire il processo di atrofia…

[caption id="attachment_8…

Epatite B: studio sull'efficacia…

[caption id="attachment_7…

Cellule staminali per riparare l…

Approvato il primo farmac…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Tumori: bloccato il “canale” di nutrimento delle cellule cancerose

I ricercatori dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano hanno scoperto che una proteina, chiamata DBC1, e’ in grado di far ripartire il meccanismo che porta le cellule tumorali a invecchiare e poi a morire: queste cellule, infatti, sono cosi’ terribili e aggressive perche’ mantenute sempre giovani da un ‘elisir di lunga vita’, rappresentato da un’altra proteina, SIRT1. I ricercatori hanno dimostrato che DBC1 e’ capace di annullare l’effetto di eterna giovinezza che SIRT1 ha sulle cellule del tumore. L’individuazione dell’effetto di questa proteina apre la strada allo studio di nuovi trattamenti che portino a un aumento nell’organismo di DBC1 causando cosi’ l’invecchiamento e la morte delle cellule tumorali.


Inoltre, poiche’ SIRT1 ha un ruolo essenziale anche nella regolazione del metabolismo e dell’invecchiamento, i ricercatori ritengono che l’identificazione di questo meccanismo potra’ avere riflessi anche in altri campi, quali lo studio dell’invecchiamento cellulare e di malattie metaboliche, come l’obesita’ e il diabete. La ricerca e’ pubblicata oggi su Journal of Molecular Cell Biology, una delle piu’ importanti riviste scientifiche internazionali.(ASCA)

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi