Per la salute delle tue arterie:…

[caption id="attachment_1…

[Comunicato stampa] Presentati a…

Presentati nel corso del …

AL VIA LA SECONDA EDIZIONE DEL P…

Da oggi e fino al 30 nove…

Casi di tubercolosi a Milano

Per il primo caso accerta…

La dieta in gravidanza può influ…

Un nuovo studio mostra ch…

Farmaci tiroide: raccomandazioni…

'Fino a quando non sarann…

Il fumo riduce l'appetito: agisc…

FUMARE riduce l'apporto c…

Peso corporeo: scoperta proteina…

Permetterà in futuro di c…

La resurrezione di ancestrali re…

Normalmente, i retrovirus…

Batteri resistenti: entro l'anno…

Entro un anno potrebbe e…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Ictus: alcuni antidepressivi possono aumentarne il rischio

L’uso di alcuni popolari antidepressivi e’ legato a un rischio aumentato di ictus causato da sanguinamenti del cervello, anche se molto basso. Lo studio pubblicato sulla rivista ‘Neurology’ e’ stato realizzato dalla Western University in London, Ontario. Per la ricerca, gli scienziati hanno analizzato l’uso di antidepressivi e la ricorrenza di ictus vagliando 16 studi che coinvolgevano un totale di 500mila partecipanti.


I risultati hanno mostrato che chi assumeva inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI), i piu’ comuni antidepressivi, aveva il 50 per cento di probabilita’ in piu’ di subire un’emorragia intracranica rispetto a coloro che non prendevano antidepressivi, e circa il 40 per cento in piu’ di avere una emorragia intracerebrale. Si stima che ogni anno si verifichino 24,6 ictus ogni 100mila persone. Secondo la ricerca, l’uso dei SSRI aumenta questo rischio di un ictus ogni 10mila persone all’anno.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x