Troppo sale sulle tavole italian…

Agli italiani piace mangi…

Scoperta malattia genetica legat…

Identificata una nuova ma…

Come i virus arrivano al cervell…

[caption id="attachment_8…

Cancro al seno: microonde contro…

[caption id="attachme…

AL VIA LA MEDTRONIC DIABETES JUN…

AL VIA LA MEDTRONIC DIA…

Colera: ricostruita dinamica ult…

il batterio si è diffuso …

Proteine etichettate guidate dal…

In un nuovo studio pubbli…

Sonno: diminuire le ore vuol dir…

Rinunciare anche solo a u…

Il Governo Monti dice 'no' ai ri…

Roma, 21 dicembre 2012. R…

Aprile mese della salute delle o…

Porte aperte in oltre 100…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Schizofrenia: scoperta connessione con perdita di sonno

Un team di neuroscienziati, studiando il legame tra il poco sonno e la schizofrenia, ha scoperto che il sonno irregolare e l’attivita’ cerebrale desincronizzata durante il riposo possono innescare alcuni dei sintomi della malattia. I risultati sono stati pubblicati sulla rivista ‘Neuron’ e suggeriscono che il sonno disturbato e di scarsa qualita’ prolungato per lunghi periodi potrebbe essere una causa e non solo una conseguenza degli effetti debilitanti del disordine psichiatrico. Lo studio e’ stato coordinato dall’Universita’ di Bristol e il Lilly Centre for Cognitive Neuroscience. La ricerca ha esplorato l’impatto del sonno irregolare sul cervello, registrando l’attivita’ cerebrale elettrica in numerose regioni cerebrali durante il riposo.

Per molte persone la privazione del sonno puo’ influenzare l’umore, la concentrazione e i livelli di stress. In casi estremi puo’ generare allucinazioni, perdita di memoria e confusione: tutti sintomi associati alla schizofrenia. Il team ha rilevato la desincronizzazione delle onde di attivita’ cerebrale che normalmente viaggiano dalla parte anteriore alla parte posteriore del cervello durante il sonno profondo. In particolare, Il flusso di informazioni tra l’ippocampo, coinvolto nella formazione della memoria, e la corteccia frontale, coinvolta nei processi decisionali, appare perturbato.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!