Ricercatori di Potsdam ottengono…

[caption id="attachment_2…

Melanoma: associazione terapia n…

L'associazione delle ter…

20 anni di Teva in Italia: Cresc…

Un totale di 1.400 occupa…

Cervello: riscontrate anomalie i…

Il cervello di alcuni ado…

Scoperta l'azione riparatrice de…

[caption id="attachment_7…

Teva e Alcobra annunciano il pri…

- Il prodotto ha dimost…

A ciascun bambino il suo Natale

I consigli e le raccomand…

Carcinoma mammario: nuova soluzi…

Presentati i risultati d…

Evoluzione del cervello umano: i…

Sessanta geni, molti dei …

Alzheimer: una nuova proteina gu…

[caption id="attachme…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Tumori del polmone: nuovo test può prevedere il grado di mortalità

Un nuovo test molecolare sviluppato dalla University of California di San Francisco potrebbe dare agli studiosi la capacita’ di predire meglio la mortalita’ nelle prime fasi post-operatorie degli interventi per il cancro ai polmoni.

La ricerca, pubblicata sul ‘Journal of American Medical Association’ (JAMA), ha mostrato che i test messi a punto dal gruppo di studiosi identificano i pazienti con una alta probabilita’ di ricorrenza anche del tumore polmonare non a piccole cellule. La ricerca ha coinvolto 1439 pazienti da Stati Uniti e Cina che si sono sottoposti a chirurgia negli ultimi 15 anni. I risultati hanno mostrato che gli scienziati potrebbero accuratamente dividere i pazienti, anche se si trovano nelle prime fasi del cancro, in gruppi a basso, medio e alto rischio di morte basandosi sull’attivita’ di soli 14 geni trovati nei loro tumori. Le informazioni prognostiche sono ottenute da analisi molecolari della biologia di un tumore e superano significativamente quelle che vengono ottenute dai test prognostici tradizionali che si basano su esame al microscopio del tumore. (AGI) .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: