Tumori: tecnologia innovativa pe…

Ricercatori finanziati da…

Beta-talassemia: la terapia gen…

[caption id="attachment_8…

A Capri una due giorni di confro…

In Italia allo stato at…

L'importanza del DNA in 3D

Una nuova tecnica messa a…

Trattamento del pene curvo con c…

FIRENZE, 2017 – Sono stat…

Il 9 febbraio si celebra la 1° G…

Roma, 6 febbraio 2015 – I…

Sei stato allattato al seno? Far…

Lo sostiene uno studio in…

Neuroni e sovrappeso: ecco l'ord…

[caption id="attachme…

Meningite: l'EMA autorizza il va…

L'Agenzia europea del far…

Tumori ossei: nei bambini la spe…

Utilizzare cellule stamin…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Tumori del polmone: nuovo test può prevedere il grado di mortalità

Un nuovo test molecolare sviluppato dalla University of California di San Francisco potrebbe dare agli studiosi la capacita’ di predire meglio la mortalita’ nelle prime fasi post-operatorie degli interventi per il cancro ai polmoni.

La ricerca, pubblicata sul ‘Journal of American Medical Association’ (JAMA), ha mostrato che i test messi a punto dal gruppo di studiosi identificano i pazienti con una alta probabilita’ di ricorrenza anche del tumore polmonare non a piccole cellule. La ricerca ha coinvolto 1439 pazienti da Stati Uniti e Cina che si sono sottoposti a chirurgia negli ultimi 15 anni. I risultati hanno mostrato che gli scienziati potrebbero accuratamente dividere i pazienti, anche se si trovano nelle prime fasi del cancro, in gruppi a basso, medio e alto rischio di morte basandosi sull’attivita’ di soli 14 geni trovati nei loro tumori. Le informazioni prognostiche sono ottenute da analisi molecolari della biologia di un tumore e superano significativamente quelle che vengono ottenute dai test prognostici tradizionali che si basano su esame al microscopio del tumore. (AGI) .

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!