Mutazione genetica associata a d…

Un gruppo di ricercatori …

Bibite dolcificate: a rischio de…

Bere troppe bibite dolcif…

Aspirina prima di andare a dormi…

Un'aspirina prima di anda…

L'USA approva un innovativo trat…

[caption id="attachment_5…

CANCRO AL SENO: NUOVA DIAGNOSI P…

[caption id="attachme…

Retina: per ripararla, cellule s…

Dalle cellule staminali d…

Vaccino contro la malatia: stanz…

La Bill & Melinda Gat…

Tumori alla prostata: rivisti pa…

La velocita' con cui il P…

Fondazione Maugeri: nasce la Bio…

Inaugurata la Biobanca ti…

Acne: la tintura di timo supera …

Le preparazioni erboristi…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Una statina mostra effetti promettenti nella lotta alla malaria e alle infiammazioni cerebrali

Una statina mostra effetti promettenti nella lotta alla malaria. La lovastatina, infatti, potrebbe ridurre l’infiammazione cerebrale e il deterioramento mentale associato all’infezione.lovostatina La ricerca della University of Utah Health Sciences e’ stata pubblicata sulla rivista PLOS Pathogens. I ricercatori hanno scoperto che aggiungendo lovastatina ai tradizionali trattamenti anti-malaria diminuivano le neuroifiammazioni e si verificava u effetto protettivo nei confronti del deterioramento cognitivo in un modello murino di malaria cerebrale.


La malaria cerebrale e’ una complicaziopne neurologica potenzialmente fatale dell’infezione del Plasmodium falciparum. “Circa 500mila bambini dell’Africa sub-sahariana sviluppano ogni anno malaria cerebrale, e le persistenti disfunzioni cognitive su apprendimento, memoria e linguaggio”, ha spiegato Guy Zimmerman, fra gli autori della ricerca. Le statine diminuirebbero l’accumulo di globuli bianchi e la permeabilita’ dei vasi sanguigni cerebrali. Inoltre, ridurrebbero la produzione di molecole contenenti ossigeno dannoso e altri fattori che promuovono

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi