Parkinson: tre fattori che accel…

[caption id="attachment_6…

Cancro alla prostata: probabile …

Due tipi di virus collega…

Cancro della vescica: nelle urin…

[caption id="attachment_8…

MioDottore Awards 2019: ecco i 2…

Più di un terzo dei r…

Autismo: diagnosi da un gene che…

Un gene che determina i…

Nervo trigemino: il vero sublima…

Il nervo responsabile de…

Siringhe molecolari, nanotubi di…

Meglio un colpo secco e v…

Il segreto dell'agopuntura e' sv…

[caption id="attachment_7…

I neuroni spesso vivono più a lu…

l trapianto dei precursor…

Batteri probiotici e formaggi: u…

[caption id="attachment_8…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Una statina mostra effetti promettenti nella lotta alla malaria e alle infiammazioni cerebrali

Una statina mostra effetti promettenti nella lotta alla malaria. La lovastatina, infatti, potrebbe ridurre l’infiammazione cerebrale e il deterioramento mentale associato all’infezione.lovostatina La ricerca della University of Utah Health Sciences e’ stata pubblicata sulla rivista PLOS Pathogens. I ricercatori hanno scoperto che aggiungendo lovastatina ai tradizionali trattamenti anti-malaria diminuivano le neuroifiammazioni e si verificava u effetto protettivo nei confronti del deterioramento cognitivo in un modello murino di malaria cerebrale.


La malaria cerebrale e’ una complicaziopne neurologica potenzialmente fatale dell’infezione del Plasmodium falciparum. “Circa 500mila bambini dell’Africa sub-sahariana sviluppano ogni anno malaria cerebrale, e le persistenti disfunzioni cognitive su apprendimento, memoria e linguaggio”, ha spiegato Guy Zimmerman, fra gli autori della ricerca. Le statine diminuirebbero l’accumulo di globuli bianchi e la permeabilita’ dei vasi sanguigni cerebrali. Inoltre, ridurrebbero la produzione di molecole contenenti ossigeno dannoso e altri fattori che promuovono

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x