[Cordis Europa]Nuovo farmaco a d…

[caption id="attachment_6…

HIV: scoperto come il virus "att…

Tra le numerose conseguen…

Pancreas artificiale: contro il …

Medicina 'rigenerativa' n…

Trapianti a prova di rigetto con…

[caption id="attachment_8…

Il senso di sazieta' - e non so…

[caption id="attachment_7…

Sigarette elettroniche: non si è…

La sigaretta elettronica …

Malaria: nuova tecnica per preve…

Una nuova tecnica di prec…

Sclerosi Multipla: staminali del…

È questa la prospettiva, …

Schizofrenia: farmaco sperimenta…

Un farmaco antitumorale s…

La Società Italiana di Neurologi…

Nuove opportunità diagn…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Degenerazione maculare senile: l’aspirina potrebbe aumentare i rischi

Un uso regolare di aspirina e’ associato a un incremento del rischio di sviluppare la degenerazione maculare senile neovascolare (Amd), la principale causa di cecita’ nelle persone anziane, indipendentemente dalla storia personale di malattie cardiovascolari o dal fumo. degenerazione_maculareLa ricerca della University of Sydney e’ stata pubblicata sulla rivista ‘Jama Internal Medicine’. Gli scienziati hanno condotto un’analisi di prospettiva dei dati provenienti da uno studio australiano che includeva quattro sessioni di valutazione della durata complessiva di 15 anni: su 2.389 partecipanti, 257 (ossia il 10,8 per cento) facevano regolare uso di aspirina.


I risultati hanno mostrato che dopo il periodo di analisi considerato, 63 soggetti (il 24,5 per cento) aveva sviluppato Amd neovascolare incidente. “L’incidenza cumulativa dell’Amd neovascolare fra i soggetti che non usavano regolarmente l’aspirina era dello 0,8 dopo 5 anni, dell’1,6 per cento dopo 10 e del 3,7 per cento dopo 15 anni. Fra i consumatori regolari di aspirina, l’incidenza cumulativa era dell’1,9 per cento dopo 5 anni, del 7 dopo 10 e del 9,3 per cento dopo 15 anni. L’uso regolare di aspirina era significativamente associato a un incremento di incidenza dell’Amd neovascolare”, scrivono gli scienziati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi