VI^ Edizione Forum Meridiano San…

SAVE THE DATE   Lun…

Chemioterapia: trova una forte a…

Adeguati dosi di vitamina…

Dal 9 all'11 giugno tutti in cam…

Sport, corretto approccio…

Yoga: in grado di migliorare la …

Una forma speciale di yog…

"Storificare" il dolore per raff…

Al via il Progetto V.E.D.…

Cellule staminali: scoperta la s…

Un nuovo studio dell'Harv…

Ricerca: team di italiani scopro…

Un tumore subdolo e molto…

Individuato un nuovo gene, respo…

E' stato identificato un …

Sindrome di Rett: una cura a bas…

Si aprono nuovi possibili…

Insufficienza cardiaca: l'accura…

[caption id="attachment_6…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Nuovi neuroni ottenuti come risposta ad un antidepressivo

Gli scienziati sono riusciti a ottenere la produzione di nuovi neuroni nella corteccia di adulti come risposta a un farmaco antidepressivo, la fluoxetina. neuronsLo studio e’ riportato sulla rivista Neuropsychopharmacology. La ricerca e’ opera dell’Institute for Comprehensive Medical Science della Fujita Health University di Aichi, Giappone. Il team di studiosi aveva precedentemente dimostrato che sulla superficie della corteccia adulta esistevano alcuni progenitori delle cellule neurali (chiamati L1-INP): in caso di ischemia, si rinforzava la generazione di nuovi neuroni inibitori da questi progenitori.


Non si sapeva con chiarezza finora se questi progenitori fossero coinvolti anche nella neurogenesi di una corteccia adulta normale. Gli scienziati hanno usato la fluoxetina, uno dei piu’ usati antidepressivi, per stimolare la produzione di nuovi neuroni a partire dalle cellule L1-INP. Gli studiosi hanno ottenuto nuovi neuroni, molti dei quali erano neuroni inibitori di tipo GABA e la loro generazione ha coinciso anche con una riduzione di morte cellulare nei casi di ischemia.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Archivi

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x