Divieto di fumo: sta riducendo c…

Il divieto di fumare nei…

Ibernata temporaneamente per int…

[caption id="attachment_4…

Un isteroscopio mininvasivo che …

Inventato dal ginecolog…

L'antidiabetico rosiglitazone: m…

[caption id="attachment_1…

Scoperta funzione antitumorale d…

Scoperta funzione antitum…

Melanoma: cellule immunitarie mo…

Un gruppo di ricercat…

Meningococco B: arriva in Italia…

Anche i bambini italiani …

Lo spermatozoo che incontra l'ov…

Scienziati Usa fotografan…

Leucemia: un nuovo metodo per te…

Messo a punto nuovo metod…

I processi cerebrali che rendono…

Le decisioni che coinvolg…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Nuovi neuroni ottenuti come risposta ad un antidepressivo

Gli scienziati sono riusciti a ottenere la produzione di nuovi neuroni nella corteccia di adulti come risposta a un farmaco antidepressivo, la fluoxetina. neuronsLo studio e’ riportato sulla rivista Neuropsychopharmacology. La ricerca e’ opera dell’Institute for Comprehensive Medical Science della Fujita Health University di Aichi, Giappone. Il team di studiosi aveva precedentemente dimostrato che sulla superficie della corteccia adulta esistevano alcuni progenitori delle cellule neurali (chiamati L1-INP): in caso di ischemia, si rinforzava la generazione di nuovi neuroni inibitori da questi progenitori.


Non si sapeva con chiarezza finora se questi progenitori fossero coinvolti anche nella neurogenesi di una corteccia adulta normale. Gli scienziati hanno usato la fluoxetina, uno dei piu’ usati antidepressivi, per stimolare la produzione di nuovi neuroni a partire dalle cellule L1-INP. Gli studiosi hanno ottenuto nuovi neuroni, molti dei quali erano neuroni inibitori di tipo GABA e la loro generazione ha coinciso anche con una riduzione di morte cellulare nei casi di ischemia.

Archivi

Pin It on Pinterest

Share This

Share This

Share this post with your friends!