Diabete: interventi per ridurre …

Interventi decisi sullo s…

Identificato il gene della sordi…

[caption id="attachment_6…

Trapianti di fegato: se parziali…

Il trapianto di fegat…

Tumore al colon: nuovo marker tu…

Il risultato può essere c…

Alzheimer: ricerca in essere, pr…

Benché la scienza abb…

Zucchero e selenio amici del cuo…

Roma, 30 dic - Zuccheri c…

Presentati a ESMO 2016 i risulta…

Aumento significativo…

Per riparare vasi sanguigni l'ok…

[caption id="attachment_8…

La scoperta di recettori del gus…

[caption id="attachment_9…

Come i batteri resistenti agli a…

Invece che combattere 'di…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Come i batteri resistenti agli antibiotici possono essere indeboliti

Invece che combattere ‘direttamente’ i batteri resistenti agli antibiotici e’ possibile indebolirli e renderli attaccabili da parte dei comuni antibiotici.batteri Lo ha dimostrato, finora solo in laboratorio, uno studio della Harvard University pubblicato da Nature Biology.


I ricercatori si sono concentrati sulle ‘specie reattive all’ossigeno’ (Ros), delle molecole prodotte dal metabolismo che se presenti in grande quantita’ possono uccidere la cellula del batterio. Il meccanismo di azione degli antibiotici, spiegano gli autori, e’ proprio quello di aumentare la produzione dei Ros. Nello studio sono stati ‘spenti’ diversi geni, e sono stati trovati quelli senza i quali la quantita’ di queste sostanze aumenta, rendendole piu’ attaccabili dagli antibiotici: “Ora cercheremo esattamente quale molecola puo’ aumentare la produzione dei Ros – spiegano gli autori – e verificheremo se lo stesso approccio si puo’ usare su altri batteri”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: