"La macchina dei compiti": il ce…

La porzione del cervello …

Come bloccare infiammazione e in…

Scienziati scoprono il mo…

Alzheimer: una proteina che ne i…

Dallo studio non è emersa…

Polmonite: quale proteina sfrutt…

La Pseudomonas Aerugino…

Vitiligine: vicini a nuova cura …

Ha funzionato la sperim…

Cancro ai polmoni: in fumatori c…

Elevati livelli di bili…

AIDS: menopausa precoce e aborto…

Menopausa precoce e abort…

Oncologia medica: arriva carta e…

Un documento per garantir…

Il COPAXONE® e ulteriori dati em…

Al Fifth Joint Triennial …

Dal Carlo Besta di Milano partir…

[caption id="attachment_6…

«
»
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Ictus ischemico a tre anni: intervento innovativo mai eseguito su paziente così piccolo, perfetto.

A tre anni e mezzo e’ stata colpita da un ictus ischemico ma e’ stata salvata dai medici con un intervento mai eseguito al mondo su un paziente cosi’ piccolo. Created with The GIMPLa storia a lieto fine arriva da Torino: martedi’ la piccola si sente male e i genitori originari del Bangladesh la portano all’ospedale Maria Vittoria.


In serata viene trasferita in condizioni disperate all’ospedale infantile Regina Margherita dove la dottoressa Gabriella Agnoletti, cardiologa, si accorge subito del problema: un’arteria basilare del cervello ostruita.
Immediatamente vengono chiamati i neurochirurghi delle Molinette e Mauro Bergui esegue una delicata trombectomia: entrando con un catetere venoso dall’inguine arriva fino al cervello dove rimuove il trombo e posiziona uno stent. Intervento riuscito: ora la bimba e’ sveglia, ha ripreso a parlare e a mangiare ed e’ ricoverata nel reparto di pediatria universitaria del Regina Margherita. Ha ancora qualche problema al lato destro del corpo ma i medici confidano che con la fisioterapia possa riprendersi completamente.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami

Archivi